Delaney rivela: "Sono daltonico, ho difficoltà in campo"

Ultimo aggiornamento
Commenti()
Getty
Thomas Delaney spiega il problema che si porta avanti da una vita: "Soffro di daltonismo e durante Messico-Danimarca facevo fatica a distinguere".

La carriera di Thomas Delaney sta per prendere il volo: dopo una stagione da protagonista con il Werder Brema è stato acquistato dal Borussia Dortmund e a breve prenderà parte al Mondiale con la sua Danimarca.

La vita del centrocampista non è però affatto facile sui campi da gioco, colpa del daltonismo che durante l'amichevole tra i danesi e il Messico gli ha causato più di qualche semplice problema.

Intervenuto sulle frequenze della radio 'P3', il 26enne ha raccontato quanto sia difficile convivere con questo disturbo: "Quando i giocatori sono vicini tra loro, distinguerli non è facile. Il brutto arriva quando le distanze sono più ampie".

Messico e Danimarca hanno giocato entrambe con i pantaloncini bianchi: "È come se vedessi delle sfumature diverse dello stesso colore, di solito giochiamo con pantaloncini diversi ma stavolta è stato molto più difficile".

Ad infastidire Delaney il contrasto tra il rosso danese e il verde messicano delle maglie, tutt'altro che attenuato dai pantaloncini simili. Un bel problema in vista della rassegna russa che vedrà la Danimarca protagonista in un girone niente male con Francia, Australia e Perù.

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Champions League 2018/2019: calendario, dove vederla in tv-streaming, sorteggi e risultati
Prossimo articolo:
Allegri fa spallucce: "Abbiamo scelto le due meno dolorose da perdere"
Prossimo articolo:
Europa League: Napoli, Inter e le squadre retrocesse dalla Champions
Chiudi