Notizie Risultati Live
Serie A

De Boer sull'Inter: "Si passava troppo tempo a parlare con i procuratori"

23:50 CEST 03/06/19
Frank de Boer Inter
L'ex tecnico dell'Inter svela: "Un agente mi disse, Se avessi saputo che non avresti fatto giocare il mio assistito, non ti avrei mai assunto".

Quattordici partite alla guida dell'Inter nel 2016 e addio dopo pochissimo tempo passato sulla panchina dei nerazzurri. Frank De Boer non ha trovato certo fortuna in Italia, ingaggiato dal club meneghino all'improvviso per sostituire il dimissionario Mancini. Nell'ultimo triennio il tecnico olandese ha spesso parlato negativamente della sua breve parentesi in Serie A, stavolta a proposito dei capi ad Appiano Gentile.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Intervistato da Yahoo, infatti, l'ex tecnico dell'Inter ha svelato dei retroscena riguardanti i procuratori dei giocatori presenti spesso e volentieri al campo d'allenamento dei nerazzurri e non solo. A De Boer, attuale tecnico dell'Atlanta in MLS, una situazione mai andata giù.

Secondo De Boer l'importanza degli agenti all'Inter era ai massimi livelli:

 "Passavamo tanto tempo a parlare di questioni politiche con gli agenti. Questa situazione ha assorbito il 50% del tempo che avevo a disposizione quando avrebbe dovuto essere il 10%".

Ancor più importante però il racconto principale fatto da De Boer:

"Un agente una volta mi disse: "Se avessi saputo che non avresti fatto giocare il mio assistito, non ti avrei mai assunto come manager. Questa era l'influenza che aveva su chi era al comando".

Nel corso degli anni l'Inter non è riuscita a trovare una stabilità in panchina, cambiando diversi allenatori, da Pioli a Mazzarri, passando per lo stesso De Boer, Mancini e Spalletti. Ora Antonio Conte, in teoria una sicurezza per la Serie A. Parola al campo dal prossimo agosto.