Tragedia ad Arzignano, si tuffa nel torrente: muore un calciatore delle giovanili

Commenti()
Mourning / Lutto
-
Mattia Storti, appena tredici anni, si sarebbe tuffato nel torrente Agno ma è stato inghiottito dalle acque. Il ragazzino giocava nell'Arzignano.

Una vera e propria tragedia ha colpito l'Arzignano Valchiampo, club di Arzignano che milita nel campionato di Serie C. Un calciatore delle giovanili, Mattia Storti, ha perso la vita in circostanze ancora da chiarire.

Il ragazzino di appena tredici anni secondo le prime ricostruzioni si sarebbe tuffato nella acque impetuose del torrente Agno ma è stato trascinato via dalla corrente.

I compagni a quel punto sono corsi a chiedere aiuto ma quando il corpo di Mattia è riemerso, rimanendo incagliato sopra una roccia al centro del fiume, per lui purtroppo non c'era più niente da fare.

Inutili i tentativi di rianimarlo da parte di Vigili del Fuoco e del medico del Suem 118 che è intervenuto sul posto. Fare chiarezza su quanto è realmente accaduto ora toccherà ai carabinieri della Compagnia di Valdagno.

Il giorno prima Mattia aveva postato un video in cui si tuffava nello stesso torrente mentre un amico lo riprendeva. Il tredicenne forse ha battuto la testa ed è stato inghiottito dalle acque.

Tante le società che hanno espresso il proprio cordoglio per la tragica scomparsa di Mattia Storti, dal Pescara al Vicenza. In attesa di capire cosa sia davvero successo sulle rive dell'Agno.

Chiudi