Spalletti difende la Roma: "Non partecipo al disfattismo"

Commenti()
Luciano Spalletti ha parlato in conferenza alla vigilia del match di Europa League con il Lione: "Vedo disfattismo, dobbiamo avere una testa forte".

Reduce da due sconfitte consecutive tra campionato e Coppa Italia, la Roma si rituffa sull'Europa League con l'obiettivo di mettersi alle spalle le critiche dell'ultima settimana.

Luciano Spalletti, in primis, gonfia il petto in conferenza stampa: " Non partecipo al disfattismo che c'è intorno alla squadra. Ci siamo guadagnati con il sudore questo livello di calcio che stiamo giocato. E siccome ce lo siamo guadagnati con sudore, ce lo vogliamo riprendere.

Probabili formazioni Lione-Roma

Due sconfitte che fanno male ma per ora sono due sconfitte. Ora si va avanti con la consapevolezza che c'è ancora tutto a portata di mano, avendo perso quel piccolo vantaggio che ci faceva stare più tranquilli e che ora ci crea qualche tensione in più ma dobbiamo avere una testa forte per sopportare queste piccole tensioni".

A Lione Spalletti ci ha già vinto, sempre con la Roma nel 2007 : " Fare bene fuori casa diventa un vantaggio importante. Allora si prova a fare la partita, avendo tutte quelle attenzioni che il caso vuole, ma si prova a giocarsi la partita tentando di vincerla, mantenendo equilibrio ma tentando di vincerla.

Sarà una partita difficile, il livello del campionato francese è salito. Sarà fondamentale non giocare a campo aperto per la velocità che hanno. Se lasci spazi grandi Lacazette sa sfruttare le qualità che possiede. Ci sarà da correre. Non dovremo fare una via di mezzo".

Per Spalletti la flessione della Roma non dipende dalla condizione fisica: ""Quando si parla di stanchezza non si tocca solo il valore muscolare, è importante quello che dice la testa. Se si dice alla squadra che è stanca e che bisogna rifare la preparazione è uguale a dire che hanno due mesi di bonus per perdere le partite.

Abbiamo giocato contro due squadre forti, forse sbagliando qualcosa ma siamo rimasti in partita in entrambi i casi. In alcuni casi qualcosa ci era girato a favore, in questo caso sono più le cose che ci sono andate contro. Sono tante partite, nutro fiducia nelle capacità extra dei miei calciatori".

Chiudi