Scarpa d'Oro 2017/2018 a Messi: domenica l'ufficialità

Commenti()
Getty Images
Messi vincerà la sua quinta Scarpa d'Oro: Immobile ha bisogno di cinque reti nell'ultima gara per pareggiare i conti, Icardi di sei.
La Bundesliga ha chiuso i battenti, così come la Premier League. Prima di chiudere il sipario sui grandi tornei d'Europa 2017/2018 manca solo una giornata in Serie A, Ligue 1 Liga. Oltre ai premi di squadra, sarà dunque la volta di ufficializzare quelli personali: su tutti la Scarpa d'Oro, che andrà ancora una volta a Leo Messi.

La classifica della Scarpa d'Oro 2017/18

GIOCATORE SQUADRA COEFF. GOAL TOT
Messi Barcellona (SPA) 2 34 68
Salah Liverpool (ING) 2 32 64
Kane Tottenham (ING) 2 30 60
Immobile Lazio (ITA) 2 29 58
Lewandowski Bayern (GER) 2 28 56
Icardi Inter (ITA) 2 28 56
Cavani PSG (FRA) 2 28 56

Non c'è ancora l'ufficialità, ma il premio più ambito dai bomber d'Europa è praticamente nelle mani del fuoriclasse argentino: Salah e Kane si sono avvicinati, ma non sono comunque riusciti a pareggiare i 34 goal di Messi. Per intenderci, l'argentino perderebbe il trofeo, o dovrebbe condividerlo, solamente in caso di prestazioni eclatanti degli avversari rimanenti.

Immobile, se recupererà dall'infortunio, e Icardi, si affronteranno guarda caso nell'ultimo match di Serie A, valido per la qualificazione in Champions League: all'italiano servirebbero 5 goal per pareggiare il conto con Messi, all'argentino 6. In più c'è da considerare che Messi potrebbe giocare l'ultima sfida di campionato contro la Real Sociedad.

Lo stesso discorso di Icardi vale per Edi Cavani, in campo col suo PSG contro il Caen: al pari di Messi anche l'uruguagio potrebbe non giocare, visto l'impegno Mondiale oramai sempre più vicino e il campionato oramai vinto, così come la classifica cannonieri del proprio torneo.

L'articolo prosegue qui sotto

Neanche da considerare gli altri contendenti fuori dalla top five, visto che a Cristiano Ronaldo e Suarez occorerebbero nove reti solamente per pareggiare Messi. Mentre a Dybala ben dodici.

La Scarpa d'Oro, nata nel 1967, ha cambiato più volte regolamento: quello attuale prevede che i goal segnati in uno dei massimi campionati europei siano moltiplicati per un coefficente: più alto il livello di difficoltà del torneo, determinato in base al ranking UEFA, più alto il coefficente (2, il massimo, per Ligue 1, Liga, Bundesliga, Premier e Serie A).

Per Messi si tratta del quinto trionfo, il secondo consecutivo dopo averlo vinto nel 2017 con 37 centri: l'argentino supera così Cristiano Ronaldo, il rivale fermo a quattro che potrà consolarsi con il trofeo da cannoniere della Champions League. E chissà, proprio con il trofeo in palio a Kiev contro il Liverpool di Salah, che ha provato a spezzare l'egemonia dei vincitori della Scarpa d'Oro provenienti dalla Liga.

Chiudi