Romagnoli parla da capitano del Milan: "Juventus? Sto benissimo qua"

Commenti()
Getty Images
Il capitano del Milan, Alessio Romagnoli, ha analizzato anche l'addio di Gonzalo Higuain: "Per me resta ancora l'attaccante più forte al mondo".

Presente all'evento Nike Football Masterclass a sostegno dello sport al femminile, il capitano del Milan, Alessio Romagnoli, ha affrontato vari temi legati alla stagione rossonera.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il difensore italiano ha spento sul nascere le voci riguardanti un interesse della Juventus nei suoi confronti, come riportato da 'MilanNews', ribadendo come il suo unico desiderio sia quello di continuare a vestire la maglia e la fascia rossonera.

"Non ho sentito queste voci, il mercato non è aperto e sto benissimo al Milan. Non vedo il motivo di cambiare. E' un onore essere capitano del Milan. Sto bene al Milan, sto bene a Milano, e finché sto bene voglio restare qui".

Romagnoli si è poi soffermato ad analizzare la situazione della squadra in questa stagione, sottolineando come il grande obiettivo rimanga sempre la qualificazione alla prossima Champions League.

"E' lunga, ci sono tantissime giornate. E' sbagliato fare calcoli, dobbiamo migliorare sempre, migliorare questo rendimento. Ci saranno tanti scontri diretti, l'Atalanta, il derby... Tante partite che sembrano facili e non lo sono. Dobbiamo mettercela tutta per arrivare fino in fondo e per raggiungere un obiettivo che manca da tanti anni".

Un obiettivo nel quale i rossoneri credono con forza, soprattutto in questo avvio di 2019, dove il club allenato da Gennaro Gattuso pare aver ingranato una marcia diversa rispetto a quella utilizzata fino a pochi mesi fa.

"Stiamo attraversando un buon periodo, dispiace non aver vinto a Roma perché potevamo dare uno strappo per il quarto posto, ma abbiamo l'Inter vicina, il campionato è ancora lungo. Siamo usciti dall'Europa League e abbiamo una partita a settimana, dobbiamo concentrarci e dare il massimo fino alla fine".

Una serenità in campo e fuori, con l'intero ambiente rossonero che vive ora un periodo di grande entusiasmo, grazie anche all'archiviazione della telenovela legata all'addio di Gonzalo Higuain.

" Lo reputo ancora il più forte attaccante al mondo. Dispiace, lui ha fatto le sue scelte e ha deciso di andare via, le rispettiamo. E' un mio amico, se è felice per me va bene. Ora abbiamo degli altri giocatori che non lo fanno rimpiangere".

Le parole con le quali Romagnoli è tornato a parlare del 'Pipita', senza dimenticarsi però di Piatek.

"Mi ha impressionato la sua voglia e la sua fame, si vede che ha voglia di dimostrare quello che è. Questo è importante, è giovane ed è giusto sia così".

 

 

Chiudi