Notizie Livescore
Liga

Quando Kroos diceva: "Superlega? Il momento per lasciare il calcio"

12:49 CEST 20/04/21
Toni Kroos Real Madrid 2020-21
Lo scorso autunno il centrocampista del Real Madrid si era detto sicuro di non poter giocare in un calcio del genere: succederà?

Domenica 18 aprile 2021 ha scatenato il caos nel mondo del calcio. Tifosi, addetti ai lavori e protagonisti del pallone si schierano pro o contro la Superlega dei 12 club oramai celeberrimi. In attesa di capire cosa succederà nelle prossime settimane, ci sono da considerare anche le dichiarazioni provenienti dal passato.

Tra queste quelle di Toni Kroos, centrocampista del Real Madrid e della Nazionale tedesca, tra i giocatori più vincenti del nuovo millennio e tra i più forti nel ruolo di interno nell'ultima decade. Lo scorso autunno, quando si parlava della Superlega timidamente, l'ex Bayern Monaco era stato chiaro.

A novembre, durante Einfacht mal Luppen, podcast creato col fratello Felix, giocatore dell'Eintracht Braunschweig, Kroos aveva lanciato la provocazione:

"Se dovesse arrivare, sarebbe un buon momento per lasciare il calcio. Sono un grande fan del lasciare le cose come stanno quando vanno bene".

Kroos aveva poi attaccato le decisioni di leghe e federazioni degli ultimi anni, essenziali per raccogliere più denaro possibile:

"Purtroppo non spetta a noi giocatori decidere. Siamo burattini della FIFA e della UEFA. Se ci fosse un'unione di giocatori, non giocheremmo una Nations League o una Supercoppa spagnola in Arabia Saudita". 

Il 31enne milita nella società che più di tutte si sta impegnando per creare la Superlega, con enormi pro, secondo il suo presidente Florentino Perez. Non ci sarebbero contro per il patron del Real Madrid, che non vede all'orizzonte il pericolo di essere messe al bando dall'UEFA nel 2020/2021.

Gli aggiornamenti e i colpi di scena riguardo la Superlega sono continui, ora dopo ora: per ora diversi giocatori hanno attaccato la decisione dei 12 club di Premier League-Liga-Serie A, ma nessuno si è ancora espresso così duramente in termini di futuro come Kroos fece qualche mese fa. Confermerà il suo addio calcio davanti al nuovo mondo?