Notizie Risultati Live
Champions League

Pallone d'Oro, il voto italiano: Messi quarto per Condò, prima c'è De Jong

22:57 CET 02/12/19
Frenkie de Jong
Per i giornalista che assegna il voto italiano al Pallone d'Oro, Van Dijk primo: dunque De Jong, Cristiano Ronaldo, Messi e Manè.

Sta facendo discutere tutto il mondo calcistico, il Pallone d'Oro assegnato a Leo Messi. Giusto per molti, ingiusto per molti. Van Dijk, vincitore della Champions con il Liverpool, secondo, con l'argentino che trionfa grazie alle reti segnate, alla Liga conqusitata e al suo fascino da Re. Non tutti però hanno scelto il fuoriclasse del Barcellona.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Paolo Condò, giornalista di Sky Sport e Gazzetta dello Sport, è il votante per l'Italia. Il Pallone d'Oro prevede che siano cinque le scelte per ogni giornalista, con punteggio da 5 per il primo e così a scendere. Dunque, Van Dijk primo, De Jong secondo, Cristiano Ronaldo terzo, Messi quarto, Manè quinto.

Una classifica che riflette sopratutto quanto fatto in Champions League e a livello di Nazionali: Van DIjk ha infatti vinto la Champions, arrivando secondo in Premier e in finale di Nations League, mentre il connazionale De Jong ha stupito con l'Ajax sfiorando la finale continentale.

Al terzo posto Cristiano Ronaldo, scudettato con la Juventus, eliminato prima del previsto in Champions e vincitore della Nations League. Dunque Messi, il vincitore del Pallone d'Oro, e infine Manè, finalista in Coppa d'Africa e sul tetto d'Europa con il suo Liverpool.

Riguardo il titolo di miglior portiere, andato ad Alisson, Condò ha scelto proprio l'estremo difensore del Liverpool in cima alle sue preferenze, dunque Ter Stegen e Oblak. Tutti numeri uno della Liga, campionato ancora una volta protagonista del Pallone d'Oro.

E' del resto dal primo Pallone d'Oro vinto da Cristiano Ronaldo che il trofeo non va oltre i confini della Spagna: allora il lusitano vinse con il Manchester United, mentre nell'anno precedente ad esultare fu Kakà al termine di una grandiosa stagioen con il Milan.