Pagamenti in nero al Foggia: la Procura Federale chiede la Serie C

Commenti()
Getty Images
Inizia il processo davanti al Tribunale Federale, l'accusa chiede la retrocessione in Serie C. 37 i deferiti tra dirigenti, allenatori e giocatori.

Mano durissima da parte della Procura della FIGC che ha chiesto la retrocessione in Serie C del Foggia per presunti pagamenti in nero frutto di attività illecite e di evasione fiscale.

Un nuovo modo di vedere la Serie A: scopri l'offerta!

Oggi inizia il processo al club pugliese e davanti al Tribunale Federale compariranno 37 deferiti tra dirigenti, tecnici e giocatori che secondo 'La Gazzetta dello Sport' rischiano tutti pesanti squalifiche fino alla radiazione per i fratelli Sannella, l'ex patron Curci e il presidente Fares.

Il Foggia, attualmente commissariato in seguito a un'indagine della DDA di Milano su possibili infiltrazioni mafiose, è coinvolto nel processo sportivo per responsabilità diretta.

Alcuni dei soggetti deferiti, tra cui figura anche l'attuale allenatore del Sassuolo Roberto De Zerbi, potrebbero chiedere il patteggiamento mentre resta da capire quale sarà il futuro del Foggia per la cui panchina negli ultimi giorni si faceva il nome di Massimo Oddo.

Prossimo articolo:
Juventus, Bernardeschi si racconta: "A 16 anni ho rischiato l'addio al calcio"
Prossimo articolo:
Calendario Serie A, girone di ritorno: le partite di Sky e DAZN
Prossimo articolo:
Convocati Serie A: 20ª giornata
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Cagliari, 20M per Nandez
Prossimo articolo:
Inter-Sassuolo: Icardi guida i nerazzurri contro l'ex Milan Boateng
Chiudi