News LIVE
Serie A

Juve-Roma, Orsato spiega il mancato vantaggio: "Sul rigore non si dà mai"

22:01 CEST 17/10/21
Orsato Juventus-Roma 17102021
Nell'intervallo di Juve-Roma, l'arbitro Orsato spiega a Cristante la scelta di fischiare il rigore e non concedere la regola del vantaggio ad Abraham.

Durante la sfida dell'Allianz Stadium tra Juventus e Roma non sono mancate le polemiche. A far discutere è principalmente l'episodio del 43' del primo tempo nell'area di rigore della Juventus. Nel corso dell'intervallo, l'arbitro Daniele Orsato ha spiegato al centrocampista dei giallorissi Bryan Cristante la sua decisione in occasione del rigore concesso ai giallorossi, senza applicare la regola del vantaggio che avrebbe permesso a Tammy Abraham di realizzare la rete dell'1-1.

Intercettato dalle telecamere di DAZN nel tunnel che porta agli spogliatoi, il direttore di gara della sezione di Schio ha chiarito i motivi alla base della scelta di non far proseguire l'azione e lasciar continuare la Roma, con l'attaccante inglese pronto a battere a rete a porta sguarnita, ma fermare l'azione in anticipo per assegnato il penalty ai giallorossi per il contatto tra Mkhitaryan e Szczesny.

"Mettiti nei miei panni: il portiere esce. 'Fallo, rigore!'. 'No, fuorigioco'. Io fischio e la palla finisce in rete. Se non fischio? Il vantaggio sul rigore non si dà mai, eh! Ho capito, ma è un calcio di rigore eh! Adesso dai (si rivolge a Cristante, ndr) la colpa a me per averti dato un rigore? No, eh! (ride, ndr)".

Secondo il regolamento, Orsato avrebbe dovuto lasciar proseguire l'azione e concedere la regola del vantaggio ai giallorossi, assegnando il goal di Abraham dopo la conclusione dell'attaccante inglese classe 1997. La decisione dell'arbitro di interrompere il gioco in anticipo ha 'costretto' lo stesso Orsato a decretare il calcio di rigore e non la rete alla squadra di Mourinho. Un grave errore da parte del direttore di gara.

"Il vantaggio non deve essere applicato in situazioni concernenti un grave fallo di gioco, una condotta violenta o un'infrazione che comporta una seconda ammonizione, a meno che non ci sia una chiara opportunità di segnare una rete" spiega il regolamento.

Ironia della sorte, la Roma ha fallito il rigore con il tentativo di Veretout neutralizzato dallo stesso Szczesny. Il portiere polacco ha indovinato l'angolo e respinto la conclusione del francese, con il risultato che è rimasto sull'1-0 per la Juventus grazie alla rete di Moise Kean.

Luca Marelli, ex arbitro e commentatore tecnico-arbitrale per DAZN ha spiegato come il tocco di mano da parte di Mkhitarian a servire Abraham cambi le carte in tavola:

"Attenzione: l'assist arriva da un tocco di mano di Mkhitaryan, l'errore di Orsato è meno grave di quello che pensavamo all'inizio. Con la mano destra l'armeno ha un tocco volontario con la mano per passarla ad Abraham: se fosse stato dato il vantaggio alla Roma, in ogni caso il VAR avrebbe poi corretto la decisione e dato il rigore".

La nuova regola per l'annata di Serie A 2021/2022 vede il tocco di mano punito solamente in caso questo sia volontario: Orsato dovrebbe quindi aver interpretato in tal senso il 'passaggio' di Mkhitaryan per Abraham.