Notizie Risultati Live
Serie A

Roma-Milan, Montella perde due pezzi: "Non rischieremo Bacca e Bonaventura"

12:24 CET 11/12/16
Vincenzo Montella
Montella: "Spero che la mia squadra si possa godere questo big match, non ci saranno Bacca e Bonaventura".

Sfida d'alta classifica quella di lunedì sera all'Olimpico tra Roma e Milan. Per presentare il match dello stadio Olimpico è intervenuto in conferenza stampa il tecnico rossonero Vincenzo Montella.

L'Aeroplanino spera che i suoi possano affrontare questa importante sfida senza troppe pressioni addosso. "Quando ci sono partite così importanti non cè il rischio di sottovalutare l'impegno. Mi piacerebbe che la mia squadra affrontasse la Roma godendosi il momento, da compagine spensierata. La Roma è una squadra con grandi giocatori, in mezzo al campo hanno caratteristiche per fare bene entrambe le fasi. Voglio una squadra concentrata e che sappia esprimere le proprie idee".

Non ci saranno Bacca e Bonaventura, ancora alle prese con qualche problema: "Bacca e Bonaventura sono guariti dal punto di vista clinico, ma abbiamo deciso che non verrano rischiati. Bertolacci sta migliorando e potrebbe anche rientrare nell'undici titolare. Honda è un giocatore molto professionale che può giocare in diverse posizioni del campo; pensavo di farlo giocare, ma voi mi dite che sarà in panchina (ride, ndr). Mati Fernandez si sta allenando bene, anche lui è un'opzione, così come Poli che quando scende in campo dà sempre il massimo. Antonelli è stato a lungo fermo, fino a qualche tempo fa non mi poteva assicurare i 90 minuti.

Non ho rimpianti per le nostre assenze, non posso farci molto purtroppo. La mia idea è comunque sempre quella di cercare di coinvolgere più giocatori possibili nel progetto".

Frecciatina alla dirigenza giallorossa per quanto riguarda la squalifica tolta a Strootman dopo il derby. "Toglierei molti giocatori alla Roma, ma se proprio devo prendere in considerazione un elemento dico Spalletti. Mi ha allenato poco, in una certa fase della mia carriera mi avrebb potuto dare di più, ma l'ho perdonato per questo. Ho cercato di studiarlo molto per capire come allenava. E' stato bravo ad insistere su Dzeko. La squalifica di Strootman? C'è qualcuno che ha la cultura del sospetto, per quanto mi riguarda non mi appartiene, gli è stata tolta e ne prendo atto".

Nessuna influenza negativa derivante dalla continua incertezza riguardante il futuro societario. "Non stiamo facendo fatica ad isolare la squadra dalle questioni societarie, l'attuale proprietà ci è sempre molto vicina".