Minacce all'Argentina, annullata l'amichevole con Israele

Commenti()
Getty Images
L'amichevole prevista sabato a Gerusalemme tra Israele e Argentina, annullata per proteste filo-palestinesi e minacce nei confronti di Messi e soci.

Il clima intimidatorio creatosi a Gerusalemme, ha portato all'annullamento dell'amichevole tra Israele e Argentina. Motivo, l'incolumità di Lionel Messi e soci.

La sfida, in programma sabato, secondo fonti vicine alla federcalcio albiceleste contattate dalla 'NA Agency' hanno confermato che il match di preparazione ai Mondiali non verrà disputato.

Le scarse garanzie di sicurezza per calciatori e tifosi hanno fatto giungere all'amara decisione: non a caso, l'itinerario degli uomini di Sampaoli che li avrebbe dovuti portare a visitare i luoghi più importanti del Paese è stato altrettanto cancellato.

Un primo segnale si è avuto a Barcellona, quando durante l'allenamento dell'Argentina alcuni manifestanti avevano esposto maglie di Messi imbrattate di sangue.

Il caos è legato alle proteste filo-palestinesi che hanno coinvolto anche il mondo del calcio, mettendo a rischio l'incolumità dei giocatori sudamericani: tutto nasce dal trasferimento dell'ambasciata USA a Gerusalemme, da cui nascono malcontento e pericolose iniziative.

Chiudi