Milan-Lazio, Gattuso: "I biancocelesti hanno meritato la finale"

Commenti()
Gennaro Gattuso ammette i meriti della Lazio: "Ha giocato meglio, dobbiamo prenderci le nostre responsabilità e guardare avanti in campionato".

Amarezza profonda in casa Milan: sfuma l'obiettivo stagionale della Coppa Italia per mano della Lazio, vittoriosa a San Siro grazie a un gioiello di Correa che vale la finale dell'Olimpico contro una tra Atalanta e Fiorentina.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Gennaro Gattuso rende merito ai biancocelesti e sottolinea le mancanze della sua squadra, apparsa poco convinta di poter fare risultato.

"Nel primo tempo abbiamo tenuto bene il campo, poi è venuta fuori la Lazio. Non c'è stato molto movimento, stiamo attraversando un momento poco felice e dobbiamo assumerci le nostre responsabilità. La Lazio ha meritato di passare il turno, così come il pubblico di vedere uno spettacolo migliore".

Segnali preoccupanti, un trend da invertire al più presto in Serie A per mantenere il quarto posto.

"A volte si cambia per fare qualcosa di diverso e per far salire la squadra. Da un mese a questa parte facciamo fatica ma credo sia una questione mentale più che fisica. C'è un'involuzione generale della squadra, giochiamo con il freno a mano tirato. Bisogna avere la lucidità di capire quello che non sta funzionando e andare avanti per cancellare questa figuraccia. Anche la Lazio veniva da un periodo complicato e noi le abbiamo permesso di uscirne fuori. Dovremo dare il massimo nell'ultimo mese di campionato".

L'infortunio di Paquetá si è rivelato un colpo non assorbito dalla squadra che ha perso un punto di riferimento in mezzo al campo.

"E' stata una perdita importante, si sta allenando con noi ed è quasi al 100%. Speriamo possa darci una mano in queste cinque partite rimanenti".

Nessun rimpianto sulle scelte di formazione effettuate, in particolare quella di schierare Caldara dopo il lungo infortunio.

"Nessuno mi impone nulla. Sì, rifarei tutto ma è normale che mi sarei aspettato qualcosa di meglio, quello sì".

Chiudi