Milan-Lazio, Bakayoko scosso per i cori razzisti: ora pensa di lasciare l'Italia

Commenti()
Milan Lazio Bakayoko Luis Alberto
Getty
Bakayoko è scosso per i cori razzisti e la mancata condanna da parte delle istituzioni. Ora il centrocampista potrebbe decidere di lasciare l'Italia.

Quanto successo durante Milan-Lazio potrebbe avere importanti risvolti anche sul futuro del calciomercato rossonero dato che, secondo 'La Repubblica', Bakayoko starebbe pensando di lasciare l'Italia.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il centrocampista, il cui cartellino è ancora di proprietà del Chelsea, sarebbe rimasto particolarmente scosso dai cori razzisti, dagli ululati e dalle banane gonfiabili usati contro di lui e Kessié dagli ultras della Lazio nella semifinale di Coppa Italia.

Ma soprattutto Bakayoko non avrebbe digerito il mancato intervento delle istituzioni calcistiche che invece si erano mosse velocemente per condannare il suo gesto al termine della partita di campionato per difendere Acerbi.

Ecco perché il centrocampista, nonostante il sostegno del Milan e i ringraziamenti di Gattuso per non aver reagito alle provocazioni, starebbe valutando se sia il caso di continuare la sua avventura italiana.

Il riscatto di Bakayoko da parte del Milan d'altronde non è ancora certo anche per motivi economici dato che i rossoneri dovrebbero versare al Chelsea ben 35 milioni di euro.

Investimento che senza la qualificazione alla prossima Champions League diventerebbe molto difficile da sostenere per la società rossonera, sempre alle prese con il Fair Play Finanziario e già nel mirino dell'UEFA.

Chiudi