Milan-Crotone, le pagelle: Bonucci si sblocca, Calhanoglu in fiducia

Commenti()
Getty Images
Nel Milan il peggiore è Cutrone, i migliori Bonucci e Calhanoglu. Sempre positivo Suso. Cordaz paga l'errore sul goal, Budimir annullato.

MILAN


DONNARUMMA 6,5: ‘Riposa’ fino al 64’ quando è provvidenziale sulla conclusione ravvicinata di Trotta; coraggioso nell’uscita su Simy nel finale.

CALABRIA 6,5: Tignoso, attento, non concede nulla sul suo lato di competenza.

BONUCCI 7: Prestazione solida, senza sbavature, impreziosita dal goal che sblocca il risultato, il suo primo in assoluto con la maglia rossonera.

ROMAGNOLI 6,5: L’intesa con Bonucci cresce partita dopo partita, gioca con sicurezza e personalità.

RODRIGUEZ 6: In costante propensione offensiva, i suoi cross sono una delle soluzioni più cercate dai rossoneri ma non è precisissimo nei traversoni.

KESSIE 6: Chiamato al consueto lavoro box-to-box, è impreciso e indeciso nelle giocate più difficili ma anche sfortunato in occasione del goal annullato dal VAR. (84’ LOCATELLI sv)

BIGLIA 6: Tocca tantissimi palloni, sbaglia poco ma cerca troppo di rado la verticalizzazione.

BONAVENTURA 6: E’ forse il meno palla tra i centrocampisti rossoneri, non lucidissimo in alcune letture offensive. Nei minuti di recupero sfiora un eurogoal da 40 metri.

SUSO 6,5: E’ come sempre la luce offensiva del Milan, dai suoi piedi arrivano i maggiori pericoli per la difesa del Crotone.

CUTRONE 5,5: Lotta con il solito piglio ma non riesce a districarsi dall’attenta marcatura di Ceccherini e Ajeti. (76’ KALINIC sv)

CALHANOGLU 7: Un altro giocatore rispetto a quello dei primi mesi in rossonero: la gamba gira, è in fiducia e si vede. 


CROTONE


CORDAZ 5: Salva il Crotone nel primo tempo con un riflesso felino sul tiro-cross di Suso, ma è colpevole in occasione del goal di Bonucci.

SAMPIRISI 5,5: Si trova spesso in inferiorità numerica sulla sua fascia e fa fatica.

AJETI 6: Ruvido ma efficace, non commette gravi errori.

CECCHERINI 6,5: Ferma Cutrone grazie ad una marcatura estremamente fisica

MARTELLA 6: Si preoccupa più di cercare di limitare Suso che di appoggiare l’azione.

BARBERIS 5,5: Come gli altri centrocampisti di Zenga è chiamato a un lavoro prettamente di sacrificio. (86’ BARBERIS sv)

MANDRAGORA 5,5: Da uno come lui ci si aspetta qualcosa in più nella gestione del pallone.

ROHDEN 5,5: Lavoro oscuro il suo, cerca di supportare Martella nel contenere Suso (64’ CROCIATA 6: Entra e serve subito un assist invitante per Trotta, poi tocca pochi palloni)

TROTTA 5,5: Spesso troppo largo, non riesce ad appoggiare Budimir né ad aiutare la squadra in fase difensiva. Sua però la conclusione più pericolosa del match per i calabresi.

BUDIMIR 5: Troppo solo lì davanti, viene annullato dalla coppia Bonucci-Romagnoli. (76’ SIMY sv)

STOIAN 5,5: E’ tra i più cercati dai compagni ma non è particolarmente ispirato.

Chiudi