Mandzukic ha deciso: via subito dalla Juventus, vuole allenarsi con lo United

Commenti()
Mandzukic Juventus 03 09 2019
Getty Images
Dopo mesi ad allenarsi da solo, Mandzukic vuole lasciare la Juve a dicembre: lo aspetta lo United. Trattativa avviata: nei discorsi anche Can e Pogba.

Tra Mario Mandzukic e la Juventus c'era aria di divorzio già dall'estate. Anche prima che Maurizio Sarri decidesse di escludere il croato dalla lista Champions, turning point decisivo per chiudere l'esperiienza bianconera dell'ex Bayern e Wolfsburg. Ora, con il mercato di gennaio che si avvicina, l'addio sembra prendere sempre più piede.

Segui la Serie A TIM con 3 gare ogni giornata in diretta streaming su DAZN

Come riporta 'Tuttosport', ad attendere il classe 1986 c'è il Manchester United, rimasto con pochissimi attaccanti (Rashford, Martial e il giovane Greenwood) dopo le cessioni all'Inter di Sanchez e soprattutto Romelu Lukaku. La trattativa corre spedita verso il lieto fine per una cifra che dovrebbe aggirarsi sui 5 milioni di euro, tanto basta alla Juve per non mettere a bilancio una minusvalenza.

Mandzukic sarebbe però molto impaziente di lasciare Torino e la Continassa, dove si sta allenando da solo da diversi mesi, per volare oltremanica e iniziare la sua prima esperienza in Premier League, dopo aver giocato e vinto in Bundesliga, Liga e Serie A. Tanto che si sta facendo largo l'idea di andare a Manchester già a dicembre per allenarsi con i 'Red Devils'.

L'idea sarebbe più che fattibile con un accordo tra club e non sarebbe la prima volta. Il caso più eclatante ha riguardato Thiago Silva, che quando è passato dal Fluminense al Milan è rimasto 6 mesi a Milanello senza giocare aspettando che i rossoneri liberassero un posto da extracomunitario.

Questa volta la questione sarebbe invece solo di attesa per il tesseramento, che può diventare ufficiale solo a gennaio 2020. I dirigenti di Juve e United sii sono già seduti al tavolo, dal quale nelle conversazioni potrebbero emergere altri nomi come quelli di Emre Can e Paul Pogba, sempre caldi in casa bianconera. Occhi sul futuro in attesa del saluto al numero 17 dopo quattro anni e mezzo di trionfi.

Chiudi