Notizie Risultati
Champions League

Liverpool, Klopp una furia contro il PSG: "Cadevano come morti"

09:52 CET 29/11/18
2018-11-29 Jurgen Klopp
Dopo la sconfitta contro il PSG, Klopp attacca l'atteggiamento dei parigini: "Sembravano morti, poi si rialzavano senza problemi".

Il Liverpool ha perso mercoledì sera contro il PSG, complicando il suo cammino verso gli ottavi di finale di Champions League. Ma a fine partita, la cosa che ha fatto più infuriare Jurgen Klopp è stato l'atteggiamento dei giocatori parigini e, di conseguenza, dell'arbitro.

Oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratis su DAZN

Nel post-partita sono state infatti queste le sue pesanti dichiarazioni: "Se quando cadi a terra ti comporti come se sei morto, ma l'attimo dopo ti rialzi meglio di prima, credo che sei meritevole di un cartellino giallo. Non è un comportamento da sportivi. Ad un certo punto tutti andavano giù ad ogni contatto, era una partita fondamentale non può giocarsi così.

Non voglio dire che il PSG non meritasse la vittoria, ma ci sono stati comportamenti incomprensibili. Tutti i giocatori del PSG sono stati intelligenti a cadere e perdere tempo, soprattutto Neymar. Noi a quel punto non abbiamo mantenuto la calma ovviamente".

Klopp continua nella disamina: "Non è stato dato un cartellino rosso a Verratti a mio avviso netto, su Gomez. Poi se guardate i cartellini gialli che ha dato a noi (6) passiamo per i macellai, quando invece in Premier League abbiamo vinto per due anni consecutivi il titolo del Fair Play".

L'allenatore del Liverpool chiude infine: "Non voglio aiuto da parte dell'arbitro, non l'ho mai chiesto. Ma cerco l'onestà da parte di tutti, anche se so che averla al 100% è praticamente impossibile".