Les Herbiers, il sardo Stephane Masala all'origine del miracolo

Commenti()
Getty
Il Les Herbiers sfiderà il PSG nella finale di Coppa di Francia: in panchina Stephane Masala, il cui padre partì dalla Sardegna quando aveva 16 anni.

C'è un pezzo di Italia e di Sardegna nel miracolo Les Herbiers, la squadra francese di Terza Divisione che il prossimo 8 maggio si giocherà la finale di Coupe de France allo Stade de France contro il PSG. Pur essendo nato a Nantes il 30 agosto 1976, infatti, le origini del tecnico Stephane Masala non mentono.

Suo padre, come tanti altri emigrati sardi, lasciò Anela, piccolo Comune del Goceano, in Provincia di Sassari, che attualmente conta meno di 700 abitanti, all'età di 16 anni, mentre sua madre è di origini marchigiane.

"Mio padre - ha raccontato il giovane tecnico in un'intervista a 'La Stampa' - non ha mai parlato italiano con noi, ma io l'ho imparato d'estate, andando ad Anela dalla nonna. Mi sono formato come allenatore guardando le partite della Serie A italiana. Tifo Juventus e Italia e il mio modello di allenatore è però Sarri, un vero mito".

Dopo una discreta carriera da calciatore, Masala ha fatto per 10 anni da vice di Frederic Reculeau, per poi prenderne il posto in panchina nel gennaio di quest'anno, diventando allenatore della squadra quasi per caso.

"Il mio rapporto col calcio - ha raccontato in un'intervista a 'La Francia nel Pallone' - inizia a Reims, in una piccola squadra locale, per passare poi allo Stade de Reims e successivamente al Troyes. Calcisticamente ho avuto una carriera molto lineare da centrocampista, terminata nel 2014 a Luçon. Da allenatore ho avuto la mia prima occasione qui a Les Herbiers, dove arrivai lo scorso anno insieme a Frédéric Reculeau".

"Quest’anno - ha spiegato - le cose sono iniziate in maniera pessima e mi è stato chiesto di gestire ed allenare la squadra ad interim mentre la società cercava un altro allenatore, visto che per motivi burocratici e di esperienza non ho ancora accesso ai corsi di formazione per l’ottenimento del patentino da allenatore".

Les Herbiers Chambly

"Ma si sono susseguiti un paio di risultati molto positivi, sia in campionato che in Coupe de France - ha proseguito - e mi è stato chiesto di ottenere la salvezza in National. Abbiamo ottenuto degli ottimi risultati, è vero, ma non ci si può adagiare sugli allori perché ci mancano due partite importanti di campionato, dove non abbiamo ancora raggiunto la salvezza".

La squadra, sotto la sua guida, è stata protagonista di una magica cavalcata in Coupe de France, dove ha eliminato in sequenza squadre più blasonate come Auxerre, Lens e Chambly. Storiche in particolare il successo per 3-0 sotto la neve con l'Auxerre e la vittoria nella sua città natale, Nantes, con il Lens: "All’Abbé Deschamps è stato eccezionale! - ha ammesso - I giocatori hanno fatto una partita fantastica. Contro il Lens ho provato davvero le più grandi emozioni: ero lì a giocarmi un match importante con la mia squadra e dietro di me avevo i miei genitori! Certo, anche i 35.000 spettatori della semifinale sono indimenticabili".

Stephane Masala PS ita

Ora la squadra di un Comune di 15 mila abitanti contenderà il trofeo al PSG: "Il nostro obiettivo principale resta la salvezza in campionato. - ha precisato Masala - La finale di Coupe de France non voglio valutarla come fondamentale a livello di risultato, non ci penserò neanche: mi piacerebbe però riuscire ad imprimere il nostro gioco per qualche secondo o minuto, ad ottenere alcuni tempi di gioco nostri che sarebbero una vittoria".

"Intanto impareremo tutti come si affronta una partita del genere, - ha sottolineato - dallo staff all’allenatore ed ai giocatori. Non vedo l’ora di esserci!". Infine un messaggio per i tanti tifosi sardi e italiani che lo seguono con simpatia: "Ho voglia di ringraziarli, - ha detto il tecnico del Les Herbiers - sono stato benedetto da questa cultura e da questa maniera di concepire la vita ed il calcio e sono davvero fiero di aver portato in alto il Paese nel mio piccolo. Grazie!”.

Prossimo articolo:
Tabella infortunati, squalificati e diffidati in Serie A
Prossimo articolo:
Calendario Serie C Girone B 2018/2019
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Newcastle su Barreca
Prossimo articolo:
Calciomercato Genoa, Sanabria il dopo Piatek: venerdì le visite
Prossimo articolo:
Calciomercato Napoli, Pablo Fornals caldissimo: può arrivare dal Villarreal
Chiudi