Juventus-Inter, Allegri consacra Chiellini: "Il miglior difensore al mondo"

Commenti()
Getty
Giorgio Chiellini è stato uno dei migliori (ancora) nella sfida tra Juventus e Inter: Allegri se lo coccola e lo consacra senza alcun dubbio.

Se la Juventus ha mantenuto ancora una volta la porta inviolata, per l'ennesima volta e di fronte ad un avversario temibile come l'Inter, gran parte del merito va dato a Giorgio Chiellini, vero e proprio baluardo della retroguardia bianconera.

Oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B: attiva ora il tuo mese gratis su DAZN

Al netto della fortuna in occasione del palo colpito da Gagliardini, Chiellini ha poi guidato perfettamente la sua retroguardia, da vero leader e capitano. Respinte aeree, contrasti, anticipi e una marcatura quasi asfissiante su Mauro Icardi.

D'altronde basta leggere le parole di Massimiliano Allegri nel post-partita, uno che di solito non ama sbilanciarsi all'elogio dei singoli. Ma, ai microfoni di 'Juve TV', non si è tirato indietro: "Chiellini ha fatto una grande partita, come del resto tutti gli altri. Giorgio in questo momento è il miglior difensore del mondo".

Parole difficilmente non condivisibili, a cui fanno seguito anche le statistiche del Derby d'Italia giocato da Chiellini. Una partita difensiva monumentale: 6 respinte, 3 intercetti e l'80% di duelli vinti (tutti e tre primati della singola sfida); poi 4 possessi guadagnati, 2 blocchi, 1 contrasto e 66 palloni giocati in generale. 

Come se non bastasse il capitano della Juventus si è fatto sentire anche in zona offensiva, nel primo tempo, con due colpi di testa che hanno fatto tremare Samir Handanovic. 

La sensazione netta è che Giorgio Chiellini migliori sempre di più con il passare degli anni. Qualche anno fa Zlatan Ibrahimovic disse di sé stesso, con la solita umiltà: "Sono come il buon vino, miglioro con gli anni". Beh lo stesso ragionamento è pienamente calzante anche per il difensore della Juventus. Dopo già l'ottima stagione scorsa, adesso a 34 anni sta forse disputando il suo migliore anno in assoluto.

Chiudi