Juventus, De Ligt ammette: "Sorpreso dal livello, sarà difficile essere titolare"

Commenti()
Getty Images
Matthijs De Ligt racconta i suoi primi giorni alla Juventus: "Sono sorpreso dal livello di tutti, in difesa siamo cinque e giocheranno solo due".

Dopo i primi giorni di Juventus per Matthijs De Ligt è già ora di fare un bilancio ed il difensore olandese, intervistato da 'La Gazzetta dello Sport' a Shanghai, ammette di essere rimasto sorpreso dai bianconeri.

Serie A, Serie B, Liga, Ligue 1 e tanto altro: segui il calcio su DAZN

A stupire De Ligt è la forza dei nuovi compagni e in particolare dei difensori.

"Ci sono molti giocatori di esperienza, quindi sono davvero felice. Sono sorpreso dal livello di tutti: sono tutti concentrati, nessuno svetta perché molti singoli sono forti. Ovviamente è difficile essere titolare con giocatori così forti, ma io farò il meglio". 

Quando gli si chiede se la difesa della Juventus sia la più forte del mondo però De Ligt non si sbilancia.

"Onestamente non lo so, non ci ho mai pensato. Però abbiamo molti buoni giocatori e dobbiamo lottare tutti: giocheranno solo due su cinque".

L'olandese insomma predica umiltà ed a 'Tuttosport' respinge il possibile paragone con bandiere bianconere come Del Piero o Scirea.

"Sono appena arrivato qui alla Juventus, non penso alle leggende della Juve e ai suoi mostri sacri. So che ci sono grandi aspettative nei miei confronti, ma non ci penso, cerco di vivere il momento e di lavorare per migliorare ogni giorno. E vediamo che succede...". 

De Ligt infine ribadisce di non avere scelto la Juventus solo per Cristiano Ronaldo.

"Non è stato il principale fattore per fare sì che io scegliessi la Juve: sono molti i fattori che mi hanno indotto a decidere di accettare la chiamata bianconera. Poi, è chiaro che è bello quando qualcuno così grande come Cristiano dice qualcosa proprio a te, ma davvero; non è stato il fattore chiave".

Chiudi