Notizie Risultati
Qualificazioni per il Campionato europeo

Italia, Mancini rincuora Balotelli: "Per me non è un problema"

22:42 CET 26/03/19
Roberto Mancini Italy coach
Mancini: "Siamo partiti bene, a giugno Bosnia e Grecia saranno importanti per il gruppo. Balotelli? Per me non è un problema".

Seconda vittoria e punteggio pieno dopo due turni di qualificazione ad Euro 2020 per la nazionale italiana, che ha battuto per 6-0 il Liechtenstein. Al termine del match Roberto Mancini è intervenuto ai microfoni di Rai Sport e successivamente in conferenza stampa.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Contro un avversario modesto la cosa fondamentale era cercare comunque di fare gioco. Anche se a giugno ci saranno i primi due test importanti per il raggruppamento.

"Diciamo che l'abbiamo presa bene subito la partita, ma l'importante era fare dei goal. E' stata importante anche la concentrazione, per cercare di giocare, di fare delle azioni e dei goal come fosse una partita diciamo vera. 18 esordienti? Spero che questi esordienti rimangano tanto in nazionale, allora sarebbe una soddisfazione. Sicuramente a giugno Bosnia e Grecia saranno due partite fondamentali per il gruppo. Mi aspettavo di chiudere a 6 punti, tra Grecia e Bosnia è stato un match equilibrato, di sicuro a giugno saranno due sfide interessanti".

Balotelli si è sfogato su Instagram nei confronti di coloro che lo criticano e lo considerano un problema. Mancini rincuora SuperMario.

"Balotelli? Non ho letto queste cose, e penso che non sia un problema per nessuno di noi. Non so nello specifico a cosa si riferisse. Non deve rimanerci male perchè non si può piacere a tutti. Balotelli deve stare tranquillo e mettersi in condizione. Ne parleremo di questa cosa nei prossimi mesi, alle prossime partite ci sono ancora 3 mesi".

Menzione ad hoc anche per Quagliarella, autore di una doppietta e giocatore più anziano ad andare a segno con la maglia della nazionale italiana.

"Quagliarella come Di Natale ad Euro 2012? E' difficile dirlo adesso, ma è in ottima forma e credo che possa andare avanti così perchè sa giocare a calcio".

Questi risultati stanno portando nuovo entusiasmo attorno all'ambiente azzurro, la speranza è che le cose possano continuare in questo modo.

"Negli ultimi anni c'è stato un po' di distacco dalla Nazionale per la mancata qualificazione al mondiale, adesso dobbiamo cercare di alimentare questo appetito che stiamo vedendo. Speriamo di trovare sempre stadi pieni". 

Il prossimo obiettivo adesso è quello di creare uno stage congiunto con l'Under 21. E di valutare altri giocatori che in questa tornata sono rimasti fuori dalla lista dei convocati.

"Stiamo cercando una data che possa essere utile sia a noi che all'Under 21 per vedere un po' di ragazzi e dargli una valutazione. Una due giorni dedicata ai giovani. Ho lasciato a casa giocatori che potrebbero rientrare. Ce ne sono altri 15, circa, un quarantina in totale".