Germania-Italia, Neuer assicura: "Siamo cambiati dal 2012"

Commenti()
Getty Images
Il portiere della Germania, Manuel Neuer, parla della sfida con l'Italia e ricorda il precedente del 2012, che vide soccombere i tedeschi: "Da allora siamo cambiati".

Cresce l'attesa per Germania-Italia, quarto di finale di Euro 2016 che per la squadra di Löw rappresenta l'occasione della rivincita dopo il 2-1 del 2012 che segnò l'eliminazione dei tedeschi dal torneo.

Il portiere Manuel Neuer ha ricordato quel confronto, assicurando però che le cose, questa sera a Bordeaux, andranno in maniera molto diversa rispetto a quella sfida, che vide Mario Balotelli grande protagonista.

"Arrivavamo da quattro vittorie consecutive nel torneo, - ha ricordato a 'La Gazzetta dello Sport' - ci furono degli errori individuali, determinarono la sconfitta. Non siamo stati capaci di reagire al doppio colpo di Balotelli. Löw ha ammesso di avere sbagliato strategia, però le colpe sono sempre collettive".

"Sono andato in vacanza più felice due anni dopo, da campione del mondo. - ha ammesso Neuer - Ma nel 2012 ero anche abituato alla sconfitta, purtroppo. Avevo appena perso la finale di Champions, non è stata un’annata fortunata".

Sulla sfida di questa sera a Bordeaux, tuttavia, Neuer assicura: "Dopo il successo di Rio abbiamo un’altra mentalità. Il bello del calcio è che hai sempre una possibilità per rifarti. Sfruttiamola. La squadra è simile ma è molto maturata, mentre l'Italia non è più quella, è cambiata".

I tedeschi, insomma, sono determinati quanto mai a riscattare la tradizione storica sfavorevole contro gli azzurri nei grandi tornei internazionali.

Chiudi