Grave infortunio per Caldirola: rottura del menisco, due mesi di stop

Caldirola Morata Benevento Juventus
Getty Images
Uscito anzitempo contro la Juventus, Luca Caldirola tornerà solo il prossimo anno. Infortunio anche per Maggio: lesione al polpaccio, 3 settimane out.

1-1 con la Juventus e il Benevento gonfia il petto. Ma dal pareggio contro i campioni d'Italia in carica non arrivano soltanto buone notizie: la cattiva riguarda l'infortunio rimediato da Luca Caldirola. Un problema serio che costringerà l'ex difensore del Werder Brema a un lungo periodo di stop.

Rottura del menisco esterno del ginocchio destro: questi, come rivela 'ntr24.tv', sono i risultati degli esami a cui si è sottoposto Caldirola dopo il guaio di sabato. Inizialmente si era parlato di lesione, ma l'infortunio è dunque più grave.

I tempi di recupero non sono ancora stati comunicati dal Benevento, ma dovrebbero andare dal mese e mezzo ai due mesi di stop. Tradotto: anno concluso. Caldirola si perderà il resto del 2020 e tornerà in campo solamente nella seconda metà del mese di gennaio. O, al massimo, all'inizio di febbraio.

Ko anche Christian Maggio, pure lui infortunatosi durante il match di sabato sera contro la Juventus: l'ex terzino del Napoli ha rimediato una lesione al gemello laterale del polpaccio destro che lo costringerà a rimanere a riposo per tre settimane circa. Il suo rientro in campo dovrebbe avvenire a gennaio.

Curiosità: contro la Juventus Caldirola è uscito poco dopo la mezz'ora del primo tempo, sostituito proprio da Maggio. Il quale, nella ripresa, ha alzato bandiera bianca lasciando il posto a Roberto Insigne. Una sfortuna nera, alleviata dal pari di Letizia che ha fermato i bianconeri.

Chiudi