Il racconto di Gosens: "Chiesi la maglia a Ronaldo, mi disse no"

Robin Gosens Cristiano Ronaldo Atalanta JuventusGetty Images

Il rifiuto di Cristiano Ronaldo che ha messo a disagio Robin Gosens. A svelare il curioso retroscena è l'esterno dell'Atalanta, che tra gli aneddoti presenti nella propria biografia 'Vale la pena sognare' ne regala anche uno sul fuoriclasse portoghese.

"Dopo la partita contro la Juventus, ho cercato di realizzare il mio sogno di avere la maglia di Ronaldo. Dopo il fischio finale sono andato da lui, non sono nemmeno andato dal pubblico per festeggiare ... ma Ronaldo non ha accettato. Gli ho chiesto: 'Cristiano, posso avere la tua maglietta? Non mi ha nemmeno guardato, ha detto solo: 'No!'".

La porta chiusa in faccia da CR7 non lascia indifferente Gosens, il quale raccontando l'aneddoto non nasconde di aver 'accusato il colpo'.

"Ero completamente arrossito e mi vergognavo. Sono andato via e mi sono sentito piccolo. Hai presente quel momento in cui accade qualcosa di imbarazzante e ti guardi intorno per vedere se qualcuno l'ha notato? È quello che ho provato e ho cercato di nasconderlo".

Gosens è stato poi anche oggetto di ironia da parte dei compagni, che gli hanno regalato simbolicamente una maglia proprio di CR7. Poi, le vie che si sono nuovamente incrociate.

Se in finale di Coppa Italia è stato il bianconero a trionfare, a Euro 2020 il tedesco si è preso una piccola rivincita, con goal e due assist contro il Portogallo.

"Se ho chiesto la maglia a CR7? No, voglio solo godermi questa splendida serata indimenticabile", ha dichiarato a 'Sky Sport'.