Gasperini bacchetta Malinovskyi: "L'avrei ammazzato, ha perso palloni sanguinosi"

L'allenatore dell'Atalanta ha chiesto più attenzione al suo giocatore: "E' forte e ha preso un palo strepitoso, ma deve sbagliare meno".

1-1 a San Siro in rimonta, con un secondo tempo superbo che non ha però completato la rimonta. Il rigore sbagliato da Muriel e il legno colpito da Malinovskyi hanno tenuto l'Atalanta sul pari a casa Inter, permettendo alal Dea di chiudere comunque il girone d'andata in piena zona Champions League.

Segui live 3 partite della Serie A TIM a giornata su DAZN. Attiva ora il tuo abbonamento a 9,99€/mese

Nonostante il pareggio, Gasperini non è apparso pienamente soddisfatto e ha chiesto maggiore concentrazione e continuità alla sua Atalanta. Giovani ed elementi esperti devono essere più attenti, così da poter alzare l'asticella, come del resto fatto in Champions con una rimonta da urlo.

Gasperini ha parlato sopratutto di Malinovskyi, che ha sì mostrato le esplosive doti al tiro, sbagliando però un poì più del dovuto:

"Ha sbagliato tre o quattro passaggi che l'avrei ammazzato. Dove l'avete visto così pimpante? Ha perso alcuni palloni sanguinosi".

Il tecnico dell'Atalanta è comunque consapevole di avere per le mani un gioiello assoluto:

"E' forte, ha un sinistro notevole, ma deve avere una capacità di sbagliare meno in quel ruolo. Ha preso un palo strepitoso, ma alterna un po' e deve riuscire a trovare la continuità giusta".

Il futuro è comunque tutto dalla parte di Malinovskyi, starà a lui lavorare per migliorare giorno per giorno:

"Questo è un giocatore che diventerà forte...".

Dovrà solo migliorare nel possesso palla e non solo distruggere la porta con tiri al fulmicotone.

Chiudi