Notizie Risultati
Serie A

Firenze nel cuore, Batistuta: "Mai sarei andato alla Juventus"

21:30 CET 29/03/19
2017-07-08 2017 Batistuta
L’ex attaccante della Fiorentina, Gabriel Omar Batistuta, parla del suo rapporto con Firenze: “Sono un fiorentino, ho ricevuto più di quanto dato”.

Ha compiuto 50 anni lo scorso 1° febbraio, ma la grande festa per l’importante traguardo raggiunto si terrà domenica. Firenze si appresta a vivere un vero e proprio ‘Batistuta-day’, visto che l’ex fuoriclasse della Fiorentina verrà celebrato in grande stile nel capoluogo toscano.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Batistuta, che è rimasto legatissimo ad una città nella quale è considerato ancor oggi un idolo assoluto, nella conferenza stampa di presentazione dell’evento, ha parlato del suo rapporto con Firenze.

“Ho dato tanto alla città, ma credo che la città mi abbia dato ancor di più. Gesti come questa festa mi sorprendono, mi sembra sempre troppo, ma sono contento. Io mi ritengo un fiorentino, non so se merito un evento a Piazza Signoria, ma mi godo il momento. Non so come andranno le cose perchè preferisco restare sorpreso”.

Batistuta è stato uno dei più grandi giocatori della storia della Fiorentina, per lui però non c’è mai stato posto in società.

“Non hanno bisogno di me ed io sto bene in Argentina. Sono legato alla Fiorentina, ma non rientro nei piani dei Della Valle ed ho accettato la cosa”.

Il nuovo idolo di Firenze si chiama Federico Chiesa, la sua permanenza alla Fiorentina sembra però tutt’altro che scontata.

“Lui deve fare quello che sente, è questo il mio consiglio. Non deve restare per forza solo perchè è amato dalla città, deve fare ciò che lo fa stare bene. Non si resta perchè è quello che vogliono i tifosi, si resta se si sente di poter dare qualcosa alla squadra”.

L’ex attaccante argentino ha dovuto lasciare Firenze per poter vincere uno Scudetto.

“A Roma mi sono trovato bene. Ho trovato degli amici, abbiamo vinto, ho superato quella prova. All’Inter invece non so se volevo andarci. Soffrivo con le caviglie, non ho dato quello che avrei voluto dare”.

Essendo un simbolo della Fiorentina, Batistuta non è mai stato vicino alla Juventus.

“Non ho mai parlato con la Juve e mai ci sarei andato e comunque c’erano squadre più forti che mi cercavano. Io stavo bene a Firenze, era la mia scommessa, volevo vincere con la Fiorentina e per questo spesso mi sono arrabbiato con Cecchi Gori”.