Quali campionati vanno avanti dopo l'ultimo DPCM

Footballs

Il coronavirus continua a spaventare con un netto aumento dei contagi, il penultimo DPCM ha chiarito quali campionati potranno andare regolarmente avanti: il tutto è stato poi spiegato nel dettaglio. Rimane non consentito il calcetto amatoriale fino a nuovo aggiornamento.

QUALI COMPETIZIONI SONO CONSENTITE

Secondo il penultimo DPCM (che regolamentava lo sport in Italia) "sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive degli sport individuali e di squadra, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato; restano consentiti soltanto gli eventi e le competizioni sportive, riconosciuti di interesse nazionale, nei settori professionistici e dilettantistici, dal CONI, dal CIP e dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva, ovvero organizzati da organismi sportivi internazionali".

QUALI CAMPIONATI VANNO AVANTI

Serie A, Serie B e Serie C: i campionati professionistici vanno regolarmente avanti

Serie D: Dall'8 al 22 novembre si disputeranno soltanto i recuperi delle gare precedentemente non disputate. Il campionato riprenderà poi con il normale svolgimento dal 29 novembre in poi.

Eccellenza, Prima Categoria, Seconda Categoria, Terza Categoria: i campionati sono sospesi

Campionati giovanili: va avanti il campionato Primavera. Sospesi gli altri tornei giovanili.

Calcio a 5: i campionati di Serie A e A2 maschile e femminile vanno avanti, prosegue anche la Serie B maschile. Viene sospesa la Serie D maschile e femminile.

Calcio femminile: solo i campionati della FIGC di interesse nazionale vanno avanti.

Resterà la possibilità per le categorie sospese di poter svolgere allenamenti individuali, senza partite, ma a porte chiuse.