Chi era Masinga, idolo a Bari e leggenda del calcio in Sudafrica

Commenti()
Getty Images
Il calcio piange Phil Masinga: il suo nome è legato al Bari dove ha giocato dal 1997 al 2001. Un suo goal regalò i primi Mondiali al Sudafrica.

E' una giornata triste per tutti gli appassionati di calcio che oggi piangono la morte di Philemon Masinga, ex attaccante sudafricano scomparso a 49 anni dopo una lunga malattia. Il suo nome è legato soprattutto all'Italia dove ha giocato a lungo vestendo le maglie di Salernitana e Bari.

GLI INIZI E L'APPRODO IN EUROPA

Philemon Masinga, nato in Sudafrica il 28 giugno 1969, era cresciuto calcisticamente nel suo Paese con i Cosmos di Jomo prima di trasferirsi in Europa dove ha giocato anche in Inghilterra col Leeds e in Svizzera col San Gallo. Nel 1996 però arriva la svolta quando la Salernitana lo nota e decide di portarlo in Italia. Masinga segna 4 goal in 16 partite di Serie B e contribuisce alla salvezza dei campani, tanto che il Bari decide di scommettere su di lui e gli regala il sogno Serie A.

LA FAVOLA BARI: DA RISERVA A IDOLO

Quella in Puglia sarà la parentesi più fortunata della carriera di Masinga che resta a Bari dal 1997 al 2001 con 24 goal in 75 partite. L'attaccante sudafricano, arrivato come alternativa alla coppia Ventola-Guerrero, con Eugenio Fascetti troverà presto spazio nell'undici titolare dal quale uscirà solo a causa dell'esplosione di un talento come Cassano che lo convinse a lasciare l'amata Bari per trasferirsi all'Al-Wahda, dove rimase solo un anno prima del ritiro avvenuto nel 2002.

UN GOAL 'MONDIALE': LEGGENDA IN SUDAFRICA

In Sudafrica l'ex attaccante del Bari è stato uno dei giocatori più rappresentativi di sempre dato che un suo goal contro il Congo regalò alla Nazionale di quel Paese la qualificazione ai Mondiali del 1998, i primi nella storia dei Bafana Bafana. Ma non solo. Nel 1996 era già stato tra i protagonisti assoluti della Coppa d'Africa vinta in casa dal Sudafrica. In totale il suo bottino con la Nazionale parla di18 goal in 58 presenze. Abbastanza per entrare nella leggenda.

Prossimo articolo:
Calciomercato Roma, Schick richiesto dal Tottenham: no dei giallorossi
Prossimo articolo:
Calciomercato Milan, Diawara chiesto al Napoli: no degli azzurri
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Genoa, ipotesi Stepinski
Prossimo articolo:
Calendario Serie B 2018/2019
Prossimo articolo:
Liga, risultati e classifica 20ª giornata - Poker del Getafe
Chiudi