Capello attacca: "Comico assegnare lo Scudetto del 2006 all'Inter"

Commenti()
AFP
Fabio Capello torna sullo Scudetto del 2006 assegnato all'Inter: "Si agì troppo in fretta, tempi non rispettati. Higuain? Non è più lui".

Il ricorso presentato dalla Juventus al Collegio di Garanzia del CONI per annullare l'assegnazione dello Scudetto 2006 all'Inter è diventato in breve tempo oggetto di discussione, a quasi 13 anni di distanza da una delle pagine più nere della storia del calcio italiano.

Guarda Inter-Sassuolo in diretta esclusiva su DAZN: attiva ora il tuo mese gratuito!

L'allenatore di quella Juventus era Fabio Capello, poi approdato alla guida del Real Madrid in seguito alla retrocessione in Serie B dei bianconeri decretata dalle sentenze di Calciopoli, nome dato al celebre filone d'indagini che scosse i piani alti della FIGC e non solo.

Intervenuto ai microfoni di 'Radio Anch'io Lo Sport', il 72enne tecnico è tornato proprio su quell'argomento, con toni che denotano una sottile vena polemica.

"Quello Scudetto dato all'Inter fu una comica, una cosa decisamente ingiusta. Guido Rossi agì troppo in fretta senza rispettare i tempi e le regole previsti dalla giustizia sportiva. Non ci fu un operato corretto".

PS Capello

Un pensiero anche sul momento nero di Gonzalo Higuain, seguito dal Chelsea di Sarri che potrebbe tentare l'affondo già in questo mese di gennaio.

"Da quel rigore sbagliato contro la Juventus, Higuain non è più lui. Non so cosa gli sia successo: gioca molto più lontano dalla porta e senza la stessa intensità di un tempo, sembra svogliato. Guai però a discutere il valore assoluto di Gonzalo, altrimenti il calcio è finito. Gattuso deve parlargli in faccia e capire cosa fare: quando arrivai alla Juventus, Trezeguet voleva andare via ma lo convinsi a rimanere".

Il parere su Alvaro Morata, possibile sostituto di Higuain, non è molto entusiastico.

"Al Chelsea non gioca, la verità è questa. Se Higuain torna quello di prima fa certamente la differenza rispetto a Morata. La sensazione è che Gonzalo voglia andare da un tecnico come Sarri che conosce alla perfezione".

A 'Tuttosport', Capello invece ha elogiato il progetto targato Suning all'Inter.

"Enormi, potenzialità enormi. Il grande capo è un uomo di intelligenza notevole, di iniziativa, con un carisma eccezionale. Dopo aver conosciuto la realtà di Suning così da vicino, posso assicurarti che l’Inter sarà al cento per cento la rivale della Juve nei prossimi anni. E non solo in Italia. Marotta? Assicura un altro salto di qualità. L’Inter, come la Juve, farà parte dell’élite d’Europa".

Prossimo articolo:
Calciomercato Chelsea, Higuain arriva nei prossimi giorni: debutto col Tottenham?
Prossimo articolo:
Arsenal-Chelsea: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Prossimo articolo:
Probabili Formazioni Serie A
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Lazio su Zappacosta, muro Chelsea
Prossimo articolo:
Udinese-Parma: probabili formazioni e dove vederla in tv e streaming
Chiudi