Notizie Risultati Live
Serie A

Allegri scettico sul VAR: "Così le partite durano 3-4 ore"

23:15 CEST 01/10/17
Massimiliano Allegri, Juventus, Serie A, 23092017
Dopo Atalanta-Juventus, Allegri invita a modificare l'utilizzo del VAR: "Andrebbe usato solo per episodi oggettivi, il calcio non è come il basket".

Sì al VAR, ma cambiandone le modalità d'utilizzo. E' il pensiero di Massimiliano Allegri, che al termine di un concitato Atalanta-Juventus dice la sua senza giri di parole riguardo l'innovazione tecnologica che sta caratterizzando la nuova stagione di A.

Il tecnico toscano, a 'Mediaset', ha affermato: "Se vogliamo far diventare il calcio uno sport che non è più sport si usi il VAR sugli episodi soggettivi, ma così facendo a marzo saranno così importanti che le partite dureranno 3-4 ore".

"Il VAR - ha proseguito Max - andrebbe usato solo per gli episodi oggettivi come falli in area, fuorigioco, goal e non goal... A questo punto non serve aver tolto gli assistenti di porta, andrebbe fatta una valutazione. Una partita di calcio non è come una di basket".

Sull'aspetto tecnico della sfida, Allegri ha invece dichiarato: "Sembrava tutto in discesa, poi abbiamo perso 2-3 palle in uscita e preso goal su punizione. Il match si era rimesso sui binari giusti ma poi ci è andata bene, nella ripresa ci siamo innervositi e abbiamo rischiato di perderla. Dispiace aver preso 2 goal, dobbiamo lavorare su questo".

Bernardeschi ha esordito con goal: "Ha fatto bene, era tanto che non giocava, in una big devi saper anche difendere ma sono contento di come si è comportato". E sul promesso juventino Caldara, a segno, l'allenatore bianconero 'glissa': "Ha fatto una buona partita così come tutta l'Atalanta...".

Dybala, oltre al rigore sbagliato, è apparso sottotono: "Paulo è un ragazzo giovane, è cresciuto tanto ma deve crescere ancora: è un percorso di crescita che deve fare - ha evidenziato a 'Sky' - Stasera ad un certo punto si è un po’ incartato, è stato determinante in questo inizio e lo sarà nel prosieguo del campionato".

Per quanto riguarda la lotta Scudetto, Allegri vede la contesa aperta a 4 squadra: "Ce la giocheremo con Napoli, Inter e Roma, oggi abbiamo lasciato 2 punti ma dobbiamo restare sereni. Ho avuto paura di perderla perchè ad un certo punto ci è mancata lucidità, il pari di Bergamo a fine stagione sarà importante".

Dal suo profilo Twitter, infine, il tecnico bianconero ha invitato tutti alla prudenza nei giudizi e nelle valutazioni: "Il campionato è lungo - ha scritto il tecnico livornese - e guardare la classifica ora serve a poco. Bisogna però evitare nervosismo e frenesia, che rischiano di costar caro!".