Modric Ziyech Morocco CroatiaGetty

Marocco-Croazia 0-0: Bounou stoppa i vicecampioni del mondo

Marocco e Croazia non si fanno male e iniziano i rispettivi percorsi mondiali con un punto a testa: risultato che va decisamente meglio a Ziyech e compagni, apparsi in ottimo spolvero e destinati a non fare da semplici comparse nella competizione.

La partita ha un ritmo gradevole, con continui strappi da una parte e dall'altra che esorcizzano l'eventualità di uno spartito monocorde: Hakimi è tra i più attivi, dall'altra parte è Perisic (sfida tra ex nerazzurri) a suonare la carica con un mancino che sibila di poco oltre la traversa.

Il Marocco però non ci sta a recitare il ruolo di sparring partner dei vicecampioni del mondo in carica e non disdegna pericoli dalle parti di Livakovic. A prendersi la scena è però il collega Bounou che, allo scadere della prima frazione, evita il vantaggio croato: straordinario riflesso sul tentativo ravvicinato di Kramaric, anticipato qualche secondo prima con un'uscita tanto spericolata quanto efficace. Il tempo si chiude con la botta di Modric dal limite: solo un brivido per la difesa marocchina.

L'articolo prosegue qui sotto

Nella ripresa sono gli africani a creare i pericoli maggiori: Livakovic sollecitato per la prima vera volta da un colpo di testa in tuffo di Mazraoui, che cade male sul fianco sinistro ed è costretto al cambio. Il portiere della Dinamo Zagabria deve disimpegnarsi anche sulla punizione potente ma abbastanza centrale di Hakimi. Dalic si gioca la carta Livaja, ma l'ingresso dell'ex Inter è ben contenuto dalla retroguardia magrebina.