News LIVE
Calciomercato

Vidal all'Inter, Conte ritrova il suo Guerriero: un colpo da Scudetto

12:00 CEST 22/09/20
GFX Arturo Vidal Inter Mailand
Goal e Moneyfarm analizzano il trasferimento di Vidal dal Barcellona all'Inter: grande esperienza, ottime statistiche e costo quasi zero.

Goal e Moneyfarm analizzano le più importanti operazioni di questa sessione di calciomercato ed il loro possibile impatto economico. Partiamo col  trasferimento di Vidal dal Barcellona all'Inter.

"Se dovessi andare in guerra, lo porterei sempre con me". Basta questa frase, pronunciata qualche anno fa, per spiegare perché Conte abbia fortissimamente voluto Arturo Vidal all'Inter.

*** "L’indice Moneyfarm si basa su un algoritmo che permette di stimare il valore di ogni calciatore e confrontarlo alle condizioni economiche dello scambio e del contratto, così da offrire una lettura più scientifica dei colpi di mercato di questa stagione 2020/2021.” Scopri di più
* bonus

Punteggio 4.0

4.0 Ottimo colpo dell’Inter che riesce a portare a casa ad un prezzo simbolico (1 milione di € in bonus) un calciatore inseguito da due anni e uno dei pallini dell’allenatore. L’algoritmo, nonostante l’età avanzata, premia la grande esperienza internazionale, l’elevato numero di trofei vinti (8 campionati europei maggiori vinti + tre titoli in Chile) e le ottime statistiche sia in fase difensiva, sia in zona goal (con un tasso di partecipazione all’azione altissimo) di Vidal. Il giocatore, proveniente da una squadra di prima fascia - parametro premiato dall’algoritmo - ha disputato 33 presenze nella Liga nell’ultima stagione andando a segno ben otto volte. Prendere un giocatore con 72 presenze in Champions League con 14 goal e 115 presenze nella nazionale cilena (17esimo nel ranking con due coppe America vinte schierando Vidal in campo) a "quasi" parametro zero è sicuramente un ottimo colpo. Da qui il Moneyfarm Score elevato.

I due si sono conosciuti nell'estate 2011 quando Conte si era appena seduto sulla panchina della Juventus, reduce dalle promozioni con Bari e Siena ma anche dalla sfortunata parentesi in Serie A alla guida dell'Atalanta, mentre Vidal era una giovane promessa appena sbarcata in Italia dopo quattro stagioni in Bundesliga col Bayer Leverkusen.

Vidal inizialmente parte dalle retrovie nel 4-2-4 di Conte ma il tecnico si accorge subito di avere davanti un potenziale top player e gli trova presto spazio in squadra passando prima al 4-3-3 e poi al 3-5-2, modulo in cui le caratteristiche del cileno si esaltano.

Grinta, ma anche tecnica, visione di gioco e soprattutto perfetti tempi di inserimento che permettono a Vidal di essere il capocannoniere della Juventus nel 2012/13 siglando addirittura 15 goal tra campionato e coppe. Juventus di cui è pure il rigorista. Esattamente l'uomo che secondo Conte manca alla sua Inter per spiccare definitivamente il volo e contendere lo Scudetto alla stessa Juventus.

Tanto che il tecnico già a gennaio aveva chiesto insistentemente a Marotta di portare Vidal all'Inter, ottenendo però Eriksen, giocatore più dotato tecnicamente rispetto al cileno ma meno affine al suo calcio. Ora finalmente Conte e Vidal si ritroveranno insieme ad Appiano Gentile e sicuramente il cileno, a differenza del danese, diventerà subito un titolare inamovibile della nuova Inter. Conte ritrova il suo Guerriero.

Vai a segno con i tuoi investimenti. Scopri la consulenza Moneyfarm

Moneyfarm è una società di Gestione del risparmio scelta da oltre 40.000 investitori in Europa. Grazie al suo sistema innovativo e altamente tecnologico è stata nominata miglior consulente finanziario indipendente in Italia per cinque anni consecutivi.