Vale la regola dei goal in trasferta in Champions League? Il regolamento

Champions League Trophy TrophäeGettyImages

Febbraio è il mese in cui la Champions League entra nella sua fase più calda: gli scontri a eliminazione diretta, 180 minuti da dentro o fuori in cui le migliori squadre d'Europa si sfidano faccia a faccia. Fino all'anno scorso, a fare la differenza sul filo dell'equilibro sono stati spesso i goal in trasferta. Da quest'anno, però, non sarà più così.

LA REGOLA DEL GOAL IN TRASFERTA IN CHAMPIONS LEAGUE

Negli scorsi mesi, infatti, l'UEFA ha deciso ufficialmente di abolire la regola dei goal in trasferta in tutte le proprie competizioni: Champions League, Europa League e Conference League.

"A seguito della raccomandazione della Commissione Competizioni per Club UEFA e della Commissione Calcio Femminile UEFA, il Comitato Esecutivo della Federcalcio europea ha approvato oggi una proposta per rimuovere la cosiddetta regola dei gol in trasferta da tutte le competizioni UEFA per club a partire dalle fasi di qualificazione nelle competizioni della stagione 2021/22”.

Le partite, dunque, in caso di parità a livello di risultati, saranno semplicemente decise in base allo scarto di goal e non al numero di goal segnati dalla squadra fuori casa.

In caso di parità totale nel numero di goal segnati sui 180 minuti, dunque, si procederà ai supplementari e ai rigori.