Tevez come Maxi Lopez: non stringe la mano a Gutierrez

Commenti()
Captura Teo Gutierrez Tevez Junior Boca Copa Libertadores 020518
Captura TV
Prima del match di Libertadores con lo Junior, Carlos Tevez ha ignorato Teo Gutierrez, cuore River odiato dai tifosi del Boca: niente stretta di mano.

Ricordate l'episodio accaduto nel 2014 (e poi anche un paio d'anni fa) tra Maxi Lopez e Mauro Icardi, con l'allora attaccante della Sampdoria che decise di non stringere la mano al collega prima della gara contro l'Inter? Bene: lo ha fatto anche Carlos Tevez. Ma per motivi diversi.

Nella notte italiana, l'ex attaccante della Juventus è sceso in campo con la maglia del Boca Juniors contro i colombiani dello Junior, in una gara valevole per i gironi di Libertadores. Durante i 90 minuti è finita 1-1, risultato che obbliga gli argentini a vincere all'ultima giornata e a sperare in un passo falso dei rivali; prima, gli occhi si erano posati tutti sull'ex bianconero.

Tevez non ha stretto la mano a Teo Gutierrez, centravanti dello Junior che ha un passato proprio in Argentina: ha vestito la maglia del Racing, del Rosario Central ma soprattutto del River Plate, acerrimo nemico del Boca, segnalandosi spesso e volentieri per un comportamento fuori dalle righe nei bollenti superclásicos.

Nel novembre scorso, ad esempio, Gutierrez ha segnato alla Bombonera con la maglia gialloblù del Central e ha esultato mimando il simbolo del River (la banda trasversale rossa sulla camiseta bianca), scatenando così una rissa dopo la quale sono stati espulsi sia lui che l'ex genoano Centurion. Ma non è che uno degli episodi controversi di una vita, e di una carriera, mai banali.

Tevez, cuore Boca, non ha dimenticato. E prima del match di Barranquilla si è vendicato. Teo gli ha porto la mano, ma l'Apache lo ha ignorato, andando a salutare il giocatore successivo. Il colombiano ha sorriso e apparentemente non ci ha dato troppo peso, preferendo far parlare il campo. Dove, come detto, la sfida è terminata in parità.

Chiudi