Russia, Mamaev e Kokorin condannati a 18 e 19 mesi di carcere

Commenti()
VASILY MAXIMOV
E' arrivata la condanna per Mamaev e Kokorin che a ottobre avevano aggredito un funzionario del governo di Putin: 18 e 19 mesi di carcere.

Carriera compromessa per Pavel Mamaev e Aleksandr Kokorin: a ottobre avevano pestato (visibilmente ubriachi) un funzionario del governo russo di Vladimir Putin, per poi essere arrestati con la proposta di bandimento a vita dalla Nazionale.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'articolo prosegue qui sotto

Carcere fino a dicembre in attesa della sentenza definitiva, arrivata oggi: come riportato da 'Russian Football News', i due giocatori dovranno scontare rispettivamente 18 e 19 mesi di galera, fino a novembre e dicembre 2020 dunque.

Al momento Mamaev e Kokorin sono ancora sotto contratto con Krasnodar e Zenit, pura formalità in vista delle scadenze naturali fissate per i prossimi 30 giugno e 31 dicembre.

Difficile che a fine pena (quando avranno 32 e 29 anni) possano entrambi trovare lavoro in Russia, dove la dura legge non ha guardato in faccia nemmeno a due degli atleti più rappresentativi di un movimento in grande ascesa.

Chiudi