Roma, Di Francesco: “Perotti e Under out, gioca Defrel”

Commenti
Eusebio Di Francesco fornisce alcune indicazioni per il match contro la Fiorentina: "Perotti ha subito un colpo al polpaccio, Nainggolan in dubbio".

Dopo il ko di Champions League subito al Camp Nou contro il Barcellona, la Roma prova a ripartire e prepara la sfida di campionato contro la Fiorentina. Qualche assenza di troppo per Eusebio Di Francesco, che annuncia qualche importante defezione.

Intervenuto in conferenza stampa, Eusebio Di Francesco fa il punto della situazione sugli infortunati: "Perotti ha subito un brutto colpo al polpaccio contro i blaugrana e non sarà sicuramente della partita, contiamo di recuperarlo presto. Under non sarà convocato contro i viola e spero di averlo per il ritorno di Champions, davanti ci sarà dal primo minuto Defrel. Nainggolan? Effettuerà un ultimo provino e vedremo se potremo schierarlo".

L'allenatore giallorosso torna sulla sconfitta europea: "Dobbiamo sicuramente migliorare il rapporto occasioni create/goal fatti, dobbiamo ritrovare cinismo. Squadre del genere mi piace affrontarle a viso aperto, ho visto tante cose positive oltre agli errori individuali. Bruno Peres? E' stato tra i migliori, ora posso usare Florenzi in altri ruoli, ma lui preferisce giocare da terzino. Pallotta era comunque contento della prestazione. Messi? Se lavori sugli intercetti gli togli tanto".

Nessun obiettivo è ancora stato messo da parte: "La partita più importante è quella con la Fiorentina, ma dobbiamo credere in qualcosa di importante anche contro il Barcellona. Voglio la squadra sempre combattiva su tutti i fronti. Ci penseremo dopo la gara contro i viola. Il recupero di Karsdorp? Non mi sono stati detti i tempi di recupero, ma meglio andare con calma visti gli ultimi avvenimenti, come Conti del Milan. Il pensiero è per il prossimo anno".

Qualche considerazione sui singoli visti meno in questa stagione, Di Francesco predica calma: "Silva è cresciuto, ma non vuol dire che giocherà dal primo minuto. Schick va lasciato tranquillo, dobbiamo scaricarlo da responsabilità. Lui deve crescere e noi dobbiamo aspettarlo".

Prossimo articolo:
Guida TV: dove vedere tutto il calcio in diretta TV e streaming
Prossimo articolo:
Serie A 2018/19: le partite trasmesse da DAZN, palinsesto, date e orari
Prossimo articolo:
Buffon su Mbappé: “È un fenomeno, può diventare il migliore”
Prossimo articolo:
Aereo non di lusso: Aubameyang lascia il ritiro del Gabon
Prossimo articolo:
Serie C: risultati e classifiche dei tre gironi
Chiudi