Retroscena Haaland, ha rifiutato la Juventus: "Troppo presto per andarci"

Commenti()
ProShots
Il classe 2000 Erling Haaland poteva andare alla Juventus nello scorso gennaio. A rivelarlo è stato lo stesso norvegerese: "Era troppo presto".

Erling Braut Haaland è l'uomo del momento in Europa. Il classe 2000 di proprietà del Salisburgo ha di nuovo stregato tutti in Champions League, segnando il goal del momentaneo 3-3 ad Anfield, due settimane dopo la tripletta al Genk.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

L'attaccante norvegese è già entrato nei radar dei top club grazie ai 18 goal in 11 partite tra campionato e coppe. Tra le varie squadre accostate all'astro nascente del calcio europeo c'è anche la Juventus, che aveva provato ad anticipare la concorrenza prendendolo già prima della sua esplosione.

A rivelarlo è stato lo stesso attaccante, come riporta la 'BBC'. Alla fine nella scelta di Haaland di lasciare il Molde per andare in Austria, ufficializzata lo scorso gennaio, ha pesato soprattutto il lavoro che viene fatto con i giovani dal club di proprietà della Red Bull.

"Credo fosse troppo presto per andare alla Juventus. Il Salisburgo era la squadra ideale per me, era anche importante capire anche che ruolo avrei avuto nel club che avrei scelto. Qui ho più possibilità di giocare".

Finora la scelta non può dirsi che azzeccata, visto che già dall'estate i 9 goal in una sola partita al Mondiale Under 20 hanno attirato grandi attenzioni, ancora prima della Champions.

In effetti il lavoro svolto sui giovani dal Salisburgo sembra pagare. Con buona pace della Juventus, che ha solo sfiorato la possibilità di acquistare uno dei gioielli in rampa di lancio in questa stagione.

Chiudi