Ranieri non nega: "Se chiama l'Italia? Ci penso..."

Commenti()
Getty Images
Claudio Ranieri ha parlato dopo la sconfitta contro il Paris Saint-Germain: "Io commissario tecnico? Dovranno parlare con il mio presidente".

Non è stata una giornata felice per il Nantes di Claudio Ranieri, sconfitto per 4-1 dal Paris Saint-Germain. All'allenatore italiano, però, nel post-partita, sono arrivate poche domande riguardanti questa partita. Il centro della questione è stato un altro.

Ranieri è uno dei nomi candidati alla successione di Giampiero Ventura sulla panchina dell'Italia, per ammissione dello stesso Tavecchio. Ma l'ex allenatore del Leicester parla così: "Ho sentito i nomi di Allegri, Conte, Carletto Ancelotti. Ma devono pensare bene cosa devono fare più in generale. Come allenatore chi prendono prendono sarà comunque all'altezza".

Poi però ammette: "Se arriva la chiamata della Nazionale ci penserò, ma casomai non bisogna parlare con me, bensì con il mio presidente. La questione dell'allenatore è quasi in secondo piano. Bisogna fare bene le cose, perché si è toccato il fondo e bisogna far sì che le cose cambino. Ci sono giovani intessanti e ci risolleveremo. Sono 60 anni che l'Italia non era fuori dal Mondiale. Alcune volte ci vuole affondare per risollevarsi".

Insomma, Claudio Ranieri non ha negato l'ipotesi di sedersi sulla panchina della Nazionale Italiana. Non è chiaro però se sia una soluzione navigabile fin da ora, oppure soltanto a fine stagione, ovvero a giungo.

Prossimo articolo:
Calciomercato Atletico Madrid, Morata in arrivo dal Chelsea: annuncio imminente
Prossimo articolo:
Quanti goal hanno fatto Cristiano Ronaldo e Messi? Tutti i numeri della carriera
Prossimo articolo:
Calciomercato gennaio, notizie e trattative: Real Madrid, mani su Militao
Prossimo articolo:
Milan, Piatek e la maledizione del '9': potrebbe scegliere un altro numero
Prossimo articolo:
Calciomercato Cagliari, è fatta per Oliva del Nacional: visite mediche in programma
Chiudi