Notizie Risultati Live
Championship

Prima promossa in Premier League: festeggia il Norwich

22:21 CEST 27/04/19
Norwich City celebrate 2018-19
Miglior difesa, capocannoniere in squadra e tanta voglia di ripartire dalla Premier League dopo le ultime due stagioni in Championship.

Dopo due anni, il Norwich City festeggia il ritorno in Premier League. Battendo il Blackburn 2-1, nel penultimo turno di Championship, i The Canaries hanno infatti conquistato la matematica certezza di giocare nuovamente nella massima serie inglese dopo la retrocessione di tre anni fa.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Il Norwich sembrava essere pronto a stappare lo champagne già qualche settimana, prima però di incappare in quattro pareggi consecutivi. Per sua fortuna anche Sheffield United e Leeds, ovvero le altre due squadre in lotta per tornare in Premier senza passare dai playoff, hanno rallentato senza riuscire a rosicchiare punti.

Se la squadra di Daniel Farke ha ovviamente uno dei migliori attacchi del campionato, essenziale per costruire la promozione, la vera forza del Norwich è stata senza dubbio la difesa, considerando i 39 goal subiti nella lunghissima Championship a 24 squadre.

Dietro il Norwich è ora lotta serrata tra Sheffield United e Leeds per l'ultimo posto diretto in Premier: i primi hanno vinto il proprio penultimo match nella giornata di sabato, arrivando ad un passo dalla matematica. Che potrebbe già essere realtà in caso di vittoria dei secondi nel match di domenica.

Sarà dunque probabilmente il Leeds di Bielsa, a meno di clamorose sorprese nell'ultimo giro di lancette, a dover giocare i playoff di Championship per conquistare l'ultimo posto disponibile nel prossimo massimo campionato.

Tornando al Norwich, i gialloverdi, a meno di importanti offerte di calciomercato, ripartiranno dal capocannoniere del torneo Pukki, bomber finlandese che in questa stagione si è spinto fino a 28 reti, spazzando via il suo precedente record realizzativo di 20.

L'anno prossimo il Norwich proverà a spezzare la maledizione delle ultime neopromosse: a parte qualche eccezione che ha confermato la regola, tutte le nuove arrivate hanno deluso in maniera roboante.