Notizie Risultati Live
Serie A

Pioli difende l'Inter: "Io colpevole in Europa League, mi aspetto una reazione"

17:31 CET 26/11/16
Stefano Pioli Inter coach
Stefano Pioli parla all'anti-vigilia del 'monday night' tra Inter e Fiorentina: "Dopo la partita di giovedì mi aspetto una reazione, dobbiamo fare meglio in fase difensiva".

Prima il pari in extremis acciuffato nel derby, poi la figuraccia europea in Israele. L' Inter non si ritrova, la squadra di Stefano Pioli è chiamata a dare risposte nel 'monday night' contro la Fiorentina .

Inter-Fiorentina, le probabili formazioni

A due giorni dal match, il tecnico subentrato a De Boer in conferenza stampa riparte proprio dalla gara di giovedì sera: "Dobbiamo reagire, è quello che mi aspetto. Abbiamo fatto molto bene nei primi quarantacinque minuti ma abbiamo fatto molto male dopo. Credo che il gruppo possa imparare dai propri errori e fare meglio.

L'approccio sia giovedì che nel Derby è stato quello giusto, ma dobbiamo fare lo stesso per 95 minuti mentre l'altra sera abbiamo pensato che la partita fosse finita sullo 0-2 e di questo mi sento colpevole. Io penso che sia la testa che possa migliorare le gambe, non viceversa".

Quindi Pioli preferisce non parlare del mercato di gennaio: "Adesso dobbiamo pensare solo alle partite che ci sono da qui alla sosta, del resto parleremo dopo. Medel? Abbiamo altri difensori che possono fare bene, dobbiamo migliorare tutta la fase difensiva. Gabigol? Ha possibilità come tutti".

Il tecnico nerazzurro conferma come l'obiettivo dell'Inter sia il terzo posto ma ammette: "Dobbiamo correre forte per rientrare in zona Champions, abbiamo tante squadre davanti ma non ho fatto nessuna tabella. Domani contro la Fiorentina è la prima occasione per rimontare battendo una squadra che ci sta davanti".

Pioli poi difende i giocatori e assicura: "Vedo delle persone molto consapevoli e grande professionalità ma è ovvio che i ragazzi non possono essere contenti di questi risultati. C'è la volontà di tirare fuori tutto questo potenziale e fare bene".

L'allenatore infine non esclude novità tattiche contro la Fiorentina: "La difesa a tre può essere un'opzione, già giovedì a tratti l'abbiamo adottata. Ma credo sia un problema di concentrazione. Miranda è un ottimo difensore ma da lui pretendo molto, Murillo e Ranocchia sono due giocatori di ottimo livello. Giocheremo in casa e dovremo essere noi a trascinare i nostri tifosi".