Notizie Partite
Serie A

Pioli dopo la Samp: "Milan gruppo forte con giocatori pronti, se ci sarà la possibilità miglioreremo la squadra"

23:29 CEST 23/08/21
Pioli Milan Serie A
L'allenatore del Milan, Stefano Pioli, ha parlato a Sky Sport dopo la sfida vinta a Marassi contro la Sampdoria grazie a un goal di Brahim Diaz.

Il Milan conquista i primi tre punti della Serie 2021/2022 grazie al successo firmato da Brahim Diaz sulla Sampdoria a Marassi. La squadra di Stefano Pioli si conferma una macchina da guerra lontano da San Siro e riparte con una vittoria in trasferta.

Al termine della sfida del 'Ferraris', l'allenatore dei rossoneri ha analizzato la gara ai microfoni di Sky Sport.

"La Sampdoria ha fatto una bella partita in fase difensiva e ci veniva a prendere con i due mediani e abbassare Diaz ci ha dato una superiorità per cercare di costruire. Mi è piaciuta la nostra partita: il ritmo, la voglia di cercare il secondo gol anche se non ci siamo riusciti. Sono soddisfatto. Ci siamo preparati bene. Ero sicuro che saremmo stati pronti e che avremmo trovato un avversario difficile. Abbiamo vinto una partita sofferta: quello che ci serve per continuare a crescere".

Pioli si sofferma anche sul match-winner, Brahim Diaz:

"A tutti viene in mente la partita con la Juventus. Avevo fatto una scelta più sulla fase difensiva. Su Brahim ho sempre contato. L'ho sempre ritenuto un giocatore di qualità ed è un ragazzo con molta personalità che crede molto in sè stesso, quasi presuntuoso ma bisogno esserlo. Siamo un gruppo di qualità. C'è tanta competitività e questo può fare solo che bene. Chi vuole giocare deve darsi da fare perché gli altri stanno spingendo".

L'allenatore del Milan non si nasconde e chiarisce le ambizioni della sua squadra:

"È stato bellissimo ritrovare i tifosi. Sapevamo che ci avrebbero accolto con entusiasmo. Dobbiamo continuare a dimostrare le nostre qualità e giocare con questo spirito. Conosciamo tanti modi di giocare ma è lo spirito che farà la differenza. Le dichiarazioni di ieri le ho spiegate alla squadra e sono sicuro che sia così. Anche io sono più forte rispetto a due anni fa, quando sono arrivato al Milan. Quasi tutti i miei giocatori sono più forti. Forse è più giusto l'aggettivo più pronto, siamo più pronti ma dire dove possiamo arrivare diventa difficile perché ci sono avversari fortissimi come l'Inter e la Juventus, la Roma, la Lazio, l'Atalanta, il Napoli. C'è molto equilibrio. Abbiamo una squadra forte. Avevamo giocatori fuori come Kessie e Ibra, qualcuno nuovo come Florenzi e qualcuno che forse arriverà ma saremo competitivi e dovremo mantenere questo spirito di squadra".

Oltre a Brahim Diaz e Maignan, la vittoria è frutto del lavoro di tanti interpreti.

"Abbiamo costruito già con i terzini alti e i centrocampisti avevano compiti di impostazione e coperture. Tonali e Krunic sono stati molto bravi e hanno comunicato bene. Hanno fatto una partita per qualità e quantità. Alex (Saelemamekers, ndr) sa muoversi molto bene tra le linee, deve migliorare nella giocata decisiva ma è un calciatore che è cresciuto molto e può essere decisivo. È chiaro che è la prima partita e ci sono cose da migliorare. Abbiamo provato soffrendo a chiudere la partita e questa è la mentalità giusta".

Pioli chiude con il mercato e i possibili arrivi negli ultimi otto giorni.

"Non so come si svilupperà il mercato. I dirigenti sono molto attivi e la società è presente. Se si potrà migliorare la squadra lo faremo. Sono molto contento della squadra che ho, li ho trovati con voglia di migliorare e continuare a lavorare insieme. Con idee, disponibilità e voglia di fare bene. Se arriva un giocatre di qualità tanti meglio ma noi non siamo vincolati al 4-2-3-1 o altri moduli. I sistemi sono fissi sulla lavagna poi in campo ci sono gli spazi. Cerco di sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori che ho a disposizione. Anche Romagnoli è un peccato lasciarlo fuori. È il capitano di questa squadra, è un giocatore bravissimo e si sta allenando benissimo e magari potrei giocare anche a tre in difesa. L'importante è avere la disponibilità".