Perisic e il mancato approdo al Manchester United: "Era un sogno"

Ivan Perisic | Bayern Munich
Getty Images
Ivan Perisic ripensa alla trattativa tra Inter e Manchester United nel 2017: "Avrei voluto andare da Mourinho. Ora spero di convincere il Bayern".

Da qualche settimana Ivan Perisic è un giocatore del Bayern, che l'ha acquistato dall'Inter in prestito con diritto di riscatto, ma in molti ricordano come il croato, nel corso degli anni, sia stato vicino a lasciare la Milano nerazzurra per un'altra destinazione: il Manchester United.

Con DAZN segui 3 partite della Serie A TIM a giornata IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Nell'estate del 2017, in particolare, i due club sembravano vicini a un possibile accordo. Che in realtà non è mai arrivato. Lasciando Perisic, come raccontato dallo stesso esterno a 'The Athletic', come un bambino privato di uno dei suoi sogni più grandi.

"Quanto sono stato vicino? Molto. È stato fantastico per me quando José (Mourinho, ndr) mi ha chiamato. Era difficile dirgli di no. Avrei davvero voluto andare da lui e giocare con lo United. Era un mio sogno giocare in tutti i grandi campionati. Ma non è successo. È stato doloroso per me. Ma non voglio entrare nei dettagli. Ho scoperto da solo i veri motivi due anni dopo".

Perisic, nonostante il mancato trasferimento al Manchester United, è comunque caduto in piedi: il Bayern ha deciso di puntare su di lui, togliendolo dall'imbarazzo di una convivenza - soprattutto tattica - piuttosto difficile con Antonio Conte all'Inter. Anche se il primo obiettivo dei bavaresi si chiamava Leroy Sané.

"Stiamo parlando del Bayern, una delle cinque migliori squadre al mondo. Hanno sempre tre, quattro o cinque possibilità per ogni ruolo a cui sono interessati. Non ero la prima scelta. È successo tutto molto rapidamente. Tutti conoscono la storia: dopo che Sané si è infortunato, il club ha contattato l'Inter e poi il mio agente. Ci ho pensato con la mia famiglia per una notte. Poi ho accettato".

Il futuro di Perisic? Dipendesse unicamente dal calciatore, sarebbe ancora al Bayern. Ma, come noto, toccherà ai tedeschi decidere se riscattare il croato dall'Inter.

"Credo abbastanza in me stesso da pensare di poter convincere il club ad acquistarmi a titolo definitivo. Questo è il mio desiderio. Farò tutto il possibile per realizzarlo".

Chiudi