Perez 'incatena' Cristiano Ronaldo e svela: "Seguiamo Donnarumma"

Commenti()
Il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, commenta il caso Cristiano Ronaldo e svela: "Donnarumma? Sicuramente lo stiamo seguendo".

Quando lo scorso 3 giugno Cristiano Ronaldo trascinò il Real Madrid alla conquista del dodicesimo titolo di campione d’Europa della sua storia, battendo in finale di Champions League la Juventus, nessuno avrebbe potuto immaginare che da lì ad un paio di settimane, si sarebbe parlato dell’addio dell’asso lusitano al club Blanco.

Cristiano Ronaldo non è mai parso così vicino a lasciare il Real e Florentino Perez, che è stato da poco rieletto presidente del club, parlando ad Onda Cero ha spiegato: “Non posso dire nulla, non ho parlato con Cristiano. Non ho soluzioni per la situazione che si è venuta a creare, semplicemente ho appreso il tutto solo attraverso i giornali. Posso dire che Cristiano Ronaldo ha un contratto con noi e di conseguenza è un giocatore del Real Madrid. Quello che gli sta accadendo l’ha colpito ma vedremo cosa succederà”.

Il Real Madrid non si è quindi arreso all’ipotesi di perdere uno dei più grandi fuoriclasse della sua storia: “So che Cristiano è un bravo ragazzo e un ottimo professionista, tutto questo è molto strano. Parlerò con lui e lo difenderò sempre, lui ha sempre soddisfatto ogni obbligo fiscale. Lui è infastidito dall’accusa di frode, è convinto di essere innocente e si difenderà. Non c’è malafede da parte sua. Un suo addio? Ha un contratto e deve rispettarlo ed io non ho parlato né con il PSG né con altri club. Il suo prezzo? Non c’è perché deve restare, un suo addio non è contemplato”.

Perez ha parlato anche di Donnarumma: “Tutti dicono che sia un grande giocatore, che sarà l’erede di Buffon nella Nazionale italiana. Ha grandi qualità e sicuramente lo seguiamo”.

Tra i possibili obiettivi del Real anche Dybala, Dembele e Mbappé: “Di queste cose dovete parlare con il direttore sportivo. Li ho visti poco tutti e tre, ma mi piace Mbappé, mi sembra però un grande giocatore. Vedremo se è nato per giocare nel Real Madrid, noi intanto lo stiamo seguendo perché diventerà uno dei più forti. Sono comunque tutti e tre degli ottimi calciatori”.

Chiudi