Perchè Dybala al Tottenham è saltato: offerta al ribasso alla Juventus, 62 milioni

Paulo Dybala Juventus 2018-19
Getty Images
Nessuna cessione in Premier League per la Juventus nell'ultimo giorno di trattative in Inghilterra: Dybala al Tottenham saltata per l'offerta bassa.

La Juventus è rimasta a bocca asciutta sul fronte cessioni nell'ultimo giorno del calciomercato inglese. Le possibili partenze di Mario Mandzukic verso il Manchester United e soprattutto di Paulo Dybala al Tottenha m sono infatti saltate nelle ultime ore di trattative.

Con DAZN segui la Serie A IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

A poche ore dalla chiusura delle trattative Oltremanica, filtrano anche i retroscena che avrebbero portato al mancato trasferimento a Londra della 'Joya'. Oltre ai problemi legati ai diritti di immagine , determinante per il fallimento della trattativa fra i due club, secondo quanto riferisce 'Tuttosport', sarebbe stata l'offerta al ribasso degli Spurs .

L'articolo prosegue qui sotto

L' ultima proposta del Tottenham per chiudere l'operazione, 62 milioni di euro , sarebbe stata valutata troppo inferiore dai bianconeri al valore reale del calciatore e avrebbe indotto il club del presidente Andrea Agnelli a chiudere in anticipo ogni discussione.

I torinesi si sarebbero 'accontentati' dei 70 milioni che i londinesi sembravano disposti a pagare mercoledì, ma il passo indietro della mattina seguente sarebbe stato decisivo per il fallimento dell'operazione. La Juventus avrebbe fatto in ogni caso un'importante plusvalenza per l'argentino di oltre 40 milioni, ma non sufficiente per portare i Campioni d'Italia a privarsi dell'argentino.

Il Tottenham dal canto suo, aveva dovuto rivedere i conti per accontentare le elevate richieste dell'agente di Dybala e dello stesso giocatore: 15 milioni di commissione più 10 milioni di ingaggio . Troppo anche per gli Spurs. La coperta era evidentemente troppo corta , e questo ha condotto inevitabilmente al fallimento della trattativa con i bianconeri.

Chiudi