News LIVE
Serie A

Lazio-Inter, le pagelle: Felipe Anderson imprendibile, Barella ovunque

20:18 CEST 16/10/21
Lazio inter Serie A Felipe Anderson Ciro Immobile
Nella Lazio bene anche Lazzari e Immobile. Nell'Inter, invece, nervosissimo Lautaro Martinez: Dzeko inefficace.

PAGELLE LAZIO

REINA 6 - Spiazzato da Perisic in occasione del rigore, si riscatta più avanti proprio su una conclusione violenta del croato. Mostra, come sempre, sicurezza.

MARUSIC 5.5 - Trova davanti a sè un Dimarco molto alto: tema importante della partita di entrambi. Questo non lo aiuta, né favorisce le sue solite progressioni.

LUIZ FELIPE 6 - L'espulsione e le lacrime del post-partita non influiscono su una buona prestazione complessiva: non era semplice, contro un'Inter che segna parecchio.

PATRIC 6 - Suo il colpo di testa che sancisce il calcio di rigore per i biancocelesti e il successivo pareggio: tiene bene la linea, sostituendo Acerbi e dialogando con Luiz Felipe.

HYSAJ 5 - All'11', distratto, si fa prendere il tempo da Barella stendendolo e causando il calcio di rigore trasformato da Perisic. In generale gara difficile per l'ex Napoli. (66' LAZZARI 6.5 - Entra e la Lazio cambia. Sarri lo posiziona a destra, Dimarco smette di spingere e Lazzari riesce sia a coprire che a garantire spinta e idee in transizione).

MILINKOVIC-SAVIC 6.5 - Non proprio una grandissima partita in mezzo al campo, ma quando c'è bisogno di lui si fa sempre vedere, incidendo: il 3-1 ne è la conferma.

LEIVA 6 - Non risalta, ma non sfigura: proprio quello che deve fare un mediano con i suoi compiti. (85' CATALDI SV)

BASIC 6 - E' un giocatore molto mobile, ma probabilmente viene schierato dal primo in una gara non proprio adatta a lui: sue le situazioni pericolose della prima frazione della Lazio, ma non il miglior contesto per esaltarsi. (66' LUIS ALBERTO

PEDRO 5.5 - Gara senza acuti, ma neanche totalmente insufficiente: è un giocatore che quando vuole si accende. All'Olimpico, però, si perde spesso nel duello con Skriniar. (75' ZACCAGNI 6 - Entra e garantisce equilibrio nelle due fasi: buon pomeriggio per lui).

IMMOBILE  6.5 - Si muove, come al solito, parecchio, cercando di creare spazi: poi trasforma il rigore del pari. Goal pesante: gara "da Immobile".

FELIPE ANDERSON 7 - Instancabile, coraggioso: mette in difficoltà i tre giocatori difensivi dell'Inter sgusciando qua e là. Segna anche il goal del 2-1 che, di fatto, cambia la partita. (86' AKPA AKRPO SV)

PAGELLE INTER

HANDANOVIC 6 - Il suo lo fa per quasi tutta la gara, mostrando la sicurezza dei tempi migliori: sulla conclusione di Immobile per il 2-1 della Lazio "così così".

SKRINIAR 6 - Vince il duello con Pedro, esce dai blocchi e imposta l'azione. E' il più solido dei tre dietro. Nel finale, con le squadre lunghe, viene messo in difficoltà.

DE VRIJ 6 - Bene in gestione, ma stesso discorso di Skriniar: la squadra lunga vanifica la sua buona prestazione globale, mettendolo in difficoltà.

BASTONI 5.5 - Difensivamente gestisce bene la sua gara: poi, in salto, colpisce la palla con il braccio sul colpo di testa di Patric, per il rigore della Lazio. (67' DUMFRIES 5 - Entra male, finisce peggio: lungo la sua fascia per tutta la gara i giocatori nerazzurri hanno fatto bene, lui non riesce a prendere le misure. Nel finale è tra i giocatori più nervosi)

DARMIAN 5.5 - Buona prima parte di gara: il solito Darmian, insomma. Nella seconda frazione cala vistosamente, insieme alla squadra.

BARELLA 7 - Prende il tempo a Hysaj guadagnando il rigore del vantaggio nerazzurro: è semplicemente ovunque, in questo momento. (86' CALHANOGLU SV)

BROZOVIC 6.5 - Geometrie, precisione e idee in mezzo al campo: dai suoi piedi passano alcune delle azioni più pericolose dell'Inter. Poi si spegne, insieme ai compagni.

GAGLIARDINI 5.5 - Gara ordinata, ma senza acuti: nella seconda frazione si abbassa parecchio, seguendo le direttive di Inzaghi. Dopo il pari biancoceleste lascia il campo. (67' VECINO 5.5 - Entra, ma non incide, non riuscendo a garantire equilibrio in mediana)

DIMARCO 6 - Vince la sua personale sfida con Marusic, costringendolo a una difesa attenta e bassa: con il piede educato che si ritrova è lui, spesso, a impostare l'azione. Sufficienza piena.

PERISIC 6.5 - Non solo il rigore trasformato: il croato è ispirato e fa di tutto per farlo notare. Chiamato a sostituire dal primo minuto Lautaro Martinez, non sfigura, anzi. (67' CORREA 5 - Entra, ma non cambia le sorti di un match che di lì a poco sarebbe cambiato in peggio per l'Inter: non sta al meglio, e bisogna precisarlo".

DZEKO 5.5 - Partita di movimento e sacrificio al servizio dei compagni, creando spazi e dialogando: utilissimo in certi frangenti della sfida, ma poco pericoloso. (75' LAUTARO MARTINEZ 5 - Nervosissimo: l'impatto non è da buttare, poi si fa coinvolgere nella rissa e perde la testa).