Milan, alla ricerca di Suso: un solo goal nel 2018

Commenti()
Getty Images
Grossa difficoltà realizzativa per Suso: nel 2018 solo una rete all'Udinese. Il Milan spera in un suo 'ritorno' per il finale di stagione.

Banner Fondazione Milan

Il derby di Milano alla fine ha sorriso al Milan, anche se uno 0-0 non è mai una vittoria: gli errori sottoporta di Icardi hanno regalato un punto d'oro ai rossoneri, comunque a -8 dal quarto posto occupato proprio dai cugini. La squadra non ha brillato, compreso Suso che non riesce a venir fuori da un momento così e così.

Lo spagnolo è uno degli uomini di punta del 4-3-3 di Gattuso, dai cui piedi nascono la maggior parte delle azioni offensive: sono già 12 gli assist stagionali, mentre le reti 8. Numeri buoni in linea con quelli dello scorso anno (7 goal e 11 assist) ma comunque analizzabili.

Ciò che preoccupa maggiormente i tifosi rossoneri è la difficoltà che l'ex Liverpool ha nell'andare a rete: dopo una prima parte di stagione esaltante, nel 2018 ha scritto il suo nome nel tabellino dei marcatori soltanto in una circostanza (4 febbraio, Udinese-Milan 1-1) e nulla più.

PS Suso

Allora fulminò Bizzarri con un sinistro di rara bellezza dai 35 metri, a cui rispose per i friulani una sfortunata autorete di Donnarumma. Troppo poco per un giocatore finito nel mirino di grandissimi club, pronti anche a metter mani al portafogli per pagare la clausola da 50 milioni, valida soltanto per l'estate ed inserita nell'ultimo rinnovo del contratto fino al 2022.

Eppure Suso non sembra essere penalizzato dallo schieramento adottato da Gattuso, comunque funzionale alle sue caratteristiche: in quanto a tiri verso la porta avversaria e occasioni create siamo in linea con la scorsa stagione. Il problema quindi non è di natura tattica.

Potremmo parlare di un semplice periodo negativo accentuato dall'eliminazione dall'Europa League del Milan e dalle difficoltà dei rossoneri in campionato, dove la tanto sospirata rimonta Champions sta incontrando difficoltà insormontabili.

Per risalire in queste ultime gare, Donnarumma e compagni hanno bisogno di un Suso con nuova linfa, altrimenti il rischio di doversi accontentare dell'Europa League con tanto di lotta serrata con Atalanta, Sampdoria e Fiorentina è alto.

Non dimentichiamoci della finale di Coppa Italia del prossimo 9 maggio contro la Juventus: in un'occasione del genere è lecito attendersi il vero Suso, quello capace di creare scompiglio ad ogni tocco di palla sulla fascia destra. Altrimenti sarà dura, molto dura.

Chiudi