Manchester United, Mourinho: "Meglio non dire quello che penso..."

Commenti()
José Mourinho dispiaciuto dopo il pari col Valencia: "Se dico quello che penso riceverei altre critiche. I tifosi hanno il diritto di contestarci".

Ancora un'altra gara senza vincere per il Manchester United: dopo la clamorosa sconfitta per 3-1 arrivata sul campo del West Ham, i 'Red Devils' non sono andati oltre uno scialbo 0-0 interno col Valencia nella seconda giornata della fase a gironi di Champions League.

Con DAZN vedi oltre 100 match di Serie A in esclusiva e tutta la Serie B IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Un ulteriore problema per José Mourinho, sempre più sulla graticola e a rischio esonero. Nella conferenza stampa post partita ha commentato così la gara dei suoi: "Apprezzo lo sforzo ma non il risultato. Preferisco non dire quello che penso altrimenti mi attirerei altre critiche da parte della stampa. Quindi dico solo che la scorsa stagione è stata fantastica: siamo finiti secondi in Premier League e abbiamo vinto il raggruppamento di Champions".

Il match è iniziato con qualche minuto di ritardo: "Abbiamo impiegato 75 minuti per arrivare allo stadio anziché i soliti 30, colpa della polizia che ha rifiutato di scortare il nostro bus. Per fortuna l'UEFA ha capito la situazione concedendoci di iniziare dopo".

Nessuna risposta a Paul Scholes che lo ha definito un "imbarazzo per il club": "Non mi interessa cosa ha detto, può dire quello che vuole. Siamo in democrazia e c'è libertà di espressione".

I tifosi hanno esortato la squadra ad attaccare negli ultimi minuti con ripetuti cori: "Questo è un paese libero, i tifosi dello United hanno il diritto di esprimere la loro opinione. Io sono con loro al 200%".

Chiudi