Notizie Risultati Live
Juventus

Juventus, Pjanic sicuro: "Sorpasso dell'Inter? Nessun effetto"

23:26 CET 02/12/19
Juventus Spal Pjanic Serie A 2019/2020
Miralem Pjanic non è preoccupato dopo il sorpasso dell'Inter e difende la Juventus: "Abbiamo tanti avversari anche fuori dal campo...".

Il giorno dopo il sorpasso dell'Inter in vetta alla classifica ci pensa Miralem Pjanic a rincuorare i tifosi della Juventus. Il regista bosniaco, tra i migliori dei bianconeri in questo inizio di stagione, è sicuro che quanto avvenuto domenica non avrà ripercussioni.

Con DAZN segui Lazio-Juventus IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

Pjanic, intervistato da 'Sky Sport' a margine del Gran Galà del Calcio, sottolinea d'altronde come il distacco dall'Inter sia minimo e promette battaglia per lo Scudetto.

"Non siamo nemmeno a metà stagione, abbiamo affrontato avversari forti. L’Inter sta facendo bene come noi, siamo a 1 punto, non a 10. Cosa cambia dal punto di vista psicologico a ritrovarci a dover rincorrere in classifica? Non c'è nessun effetto, non ricordo la classifica a questo punto del campionato negli anni precedenti ma la cosa non ci interessa più di tanto".

Il sorpasso insomma non spaventa Pjanic, pronto a riprendersi la vetta della classifica alla prima occasione.

"Ci sta che l'avversario faccia molto bene e che faccia un buon campionato. Complimenti a loro, noi ci saremo e siamo tranquilli. Continueremo a fare il nostro e se ci serve, aspetteremo quando arriveranno a casa nostra. Serve rispetto nei confronti di questa squadra e nient'altro. Noi siamo tranquilli, serenissimi. Ieri è stato un passo falso".

Infine quando gli si chiede se questa Juventus possa e debba giocare meglio Pjanic ricorda quanto accaduto negli ultimi anni.

“Giocare meglio? E’ un po’ il discorso degli ultimi anni, ma la Juve ha sempre vinto. Qualcosa in più si può sempre fare. Abbiamo una rosa moto forte e nel modo di giocare si può e si deve fare di più, anche visto come il nostro allenatore ha in mente di giocare. Si può migliorare e si migliorerà. Credo in questa squadra. Sono tanti anni che vinciamo noi, perciò è normale avere tanti avversari anche fuori dal campo…”