Inzaghi è pronto: "Il mio primo Derby, vediamo come influenzerà l'annata"

Commenti()
Vigilia di Derby per la Lazio di Simone Inzaghi, domenica c'è la Roma: "Siamo di buonumore, consapevoli del cammino che stiamo facendo. I giocatori sentono i tifosi vicini".

Un 2016 Loco per Simone Inzaghi. Come il soprannome dell'allenatore che sarebbe dovuto sedere sulla panchina della Lazio in estate. Invece il destino ha voluto che per il 2016/2017 tornasse in panchina il tecnico che aveva guidato la squadra nelle ultime giornate della scorsa stagione.

Una fortuna per la Lazio, che ha fin qui ottenuto grandi risultati con la promozione definitiva di Inzaghi da tecnico della Primavera a quello della prima squadra. Ora per l'ex attaccante c'è il Derby, la sua prima stracittadina da allenatore: imperativo, come ovvio, è vincere.

"Come sappiamo il Derby è una partita a sè, ne ho giocati tanti ma mai da tecnico" ha evidenziato Inzaghi in conferenza stampa. "La determinazione e la grinta servono in ogni gara, ma contro la Roma dovranno essere accentutate. Per l'allenamento giovedì c'era tantissima gente, abbiamo apprezzato molto e i ragazzi hanno percepito questa vicinanza".

Spalletti: "Il Derby si vince come una gara normale"

L'articolo prosegue qui sotto

La Lazio è riuscita a riportare la gente allo stadio: "Domani la Curva sarà esaurita, riavere così tanti tifosi era un obiettivo che ci eravamo prefissati a inizio stagione. Sarà una sfida tra due squadre che si equivalgono. C'è buonumore nello spogliatoio, i ragazzi sono consapevoli del cammino che stiamo facendo. Spalletti? Lo stimo".

Inzaghi è consapevole che molto probabilmente il Derby lascerà scorie negative o grande entusiasmo: "Purtroppo la gara contro la Roma può influenzare la stagione, speriamo possa andare bene. Per vincere serve la partita perfetta da tutti. È giusto caricarla come gara particolare, ma ci vogliono anche umiltà e concentrazione giusta".

Capitolo infortunati, sono due i dubbi per Inzaghi: "Milinkovic-Savic  ha preso una botta giovedì e ieri era dolorante. Vedremo domani, come per De Vrij e poi deciderò. Vogliamo vincere e dare una gioia ai nostri tifosi, sceglierò i migliori". Per battere la Roma serviranno tutti i migliori biancocelesti.

Chiudi