Notizie Risultati
Calciomercato

Corriere della Sera: Inter e Milan pensano allo scambio Vecino-Kessié

10:06 CET 14/01/20
Vecino Kessié
Vecino in uscita dall'Inter dove il rapporto con Conte non è idilliaco: offerto al Tottenham per Eriksen, potrebbe finire al Milan per Kessié.

Questa potrebbe essere la settimana decisiva per far sì che il mercato in entrata dell'Inter entri finalmente nel vivo: Conte non vede l'ora di poter contare su nuovi innesti per continuare a battagliare con la Juventus per lo Scudetto.

Segui live Milan-Udinese su DAZN: attiva ora il tuo abbonamento a 9,99€/mese

Gli acquisti passano però anche per le cessioni: come quella di Matias Vecino che, secondo 'La Gazzetta dello Sport', sarebbe fuori dal progetto tecnico a causa di alcuni comportamenti non digeriti dall'allenatore salentino. Tra i due non è mai scattato il feeling, ragion per cui è lecito aspettarsi una mossa del club.

E la mossa è stata quella di offrire Vecino al Tottenham come contropartita per arrivare a Christian Eriksen, proposta rifiutata dagli 'Spurs'. Ma a breve potrebbe aprirsi un altro scenario sull'asse Inter-Milan.

Come riportato dal 'Corriere della Sera' infatti, si fa strada l'idea di uno scambio tra l'uruguaiano e Franck Kessié che però, per ora, non convince molto il dirigente rossonero Zvonimir Boban. I due giocatori hanno una valutazione simile e questo aspetto potrebbe fare la differenza nell'eventualità di una fumata bianca.

L'ivoriano peraltro era finito al centro di voci riguardanti un altro scambio tra cugini con Politano, destinato però a tornare alla Roma che girerebbe Spinazzola ai nerazzurri.

Ma il sogno dell'Inter per il mese di gennaio resta ovviamente Eriksen, diventato obiettivo primario per il centrocampo alla luce delle difficoltà sorte per arrivare a Vidal: il Tottenham chiede 20 milioni per lasciarlo partire subito ed evitare di perderlo a zero in estate ma Marotta vorrebbe spendere qualcosina in meno, forte dei segnali positivi mandati dall'entourage del danese dopo l'offerta contrattuale.